A Pescara la prima 'Casa dei sogni' per i giovani autistici di Alba onlus

Il centro sanitario diurno per giovani autistici "Casa dei sogni" è stato inaugurato ieri a Pescara, in via Cetteo Ciglia, voluto e gestito dalla onlus Alba diretta da Victoriano Lemme (secondo da sinistra nella foto d'apertura). La data scelta per l'apertura è quella della Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo. A tagliare il nastro l'assessore comunale alla Sanità e Politiche sociali Antonella Allegrino, che ha indossato la fascia tricolore in rappresentanza del sindaco Marco Alessandrini, e il neo assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì (prima da sinistra nella foto d'apertura). Con loro anche Gloria Satriale (terza da sinistra nella foto d'apertura), direttrice del Centro autismo di Philadelfia (Stati Uniti). 

La struttura da 484 metri quadri, di proprietà comunale, e dotata di spazi per terapie degli autistici, palestra, cinque laboratori multidisciplinari per i lavori artistici con lavagne interattive, una sala ricreazione, un'aula conferenze, laboratori per i 15 operatori, logopedisti, neuropsichiatri, direttore sanitario, psichiatra, educatori, assistenti sociali, psicologi, volontari e quattro analisti comportamentali (una parte dello staff è nella foto a destra, scatta ieri all'inaugurazione), più tre uffici amministrativi e cinque bagni. Inizialmente il centro + aperto solo il pomeriggio, dalle 15 alle 18, dal lunedì al sabato.

E' il "primo centro abruzzese del genere - spiega Lemme coadiuvato dai collaboratori, Giuseppe Gasbarro e Roberto Vernacchio (agli estremi col nasstro nella foto d'apertura) - che adotta il sistema Applied behavior analysis (Aba) per la comunicazione con i soggetti autistici". Si tratta di un programma di formazione, di matrice statunitense, che mette in campo quattro analisti comportamentali, Alessandro Dibari, Daniele Rizzi, Erica Scandurra e Veronica Del Zingaro, certificati Bcba (Board certified behavior analyst), che aiutano i ragazzi autistici a esprimersi verbalmente e gestualmente senza grandi difficoltà. Un sistema rivoluzionario che sta dando ottimi risultati all'associazione Alba (acronimo di Associazione liberi bambini dall'autismo) che segue 70 bambini e giovani, fra i tre e i 22 anni e le loro famiglie per un totale di 150 tra abruzzesi. Di recente l’associazione ha ricevuto la nomination per il "Saba international dissemination of behavior analysis award" 2019, il più alto riconoscimento per la diffusione del metodo Aba. La onlus è sostenuta dalla Fondazione "Oltre le parole" di cui è testimonial il divulgatore scientifico Mario Tozzi.

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=