Pescara, avviso pubblico per Catalogo Recode di servizi e voucher a donne

E' stato presentato stamane al Comune di Pescara l’avviso pubblico relativo alla costituzione del “Catalogo dei servizi progetto Recode" - Reti di conciliazione per le donne” promosso da: Ecad 15 in Ats con l'Ecad 16 – Metropolitano – Comune di Spoltore (Pescara); Ecad 17 – Montagna pescarese – Comune di Manoppello (Pescara); Confesercenti provinciale Pescara; Cna provinciale di Pescara; Uiltucs Abruzzo; Cooperativa sociale onlus "L'Abbraccio"; Agorà società cooperativa sociale onlus.

Donne occupate e disoccupate, residenti in uno dei comuni degli ambiti distrettuali sociali promotori dell'iniziativa, selezionate attraverso una selezione ad evidenza pubblica già in corso, potranno beneficiare di voucher per usufruire di servizi che consentiranno di conciliare i tempi del lavoro con quelli di altri aspetti della vita di ognuna, erogati da soggetti affidabili e qualificati ed essere, inoltre, protagoniste  di sistemi di sperimentazione di welfare aziendale, in coerenza con quanto dispongono le normative regionali e nazionali in materia di conciliazione dei tempi fra vita e lavoro. Le donne beneficiarie del progetto "Recode" potranno così accedere ai seguenti servizi dedicati a minori fino a 12 anni, persone con disabilità, non autosufficienti o anziani, quali: baby-sitting, doposcuola, formazione, attività sportive, ludoteca, assistenza domiciliare, attività artistiche multidiscilinari, trasporto, assistenza domiciliare, strutture diurne.

Durante la presentazione sono state illustrate le modalità per la richiesta e la fruizione di tali benefici in presenza di: Antonella Allegrino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara; Donato Di Renzo, in rappresentanza dell’Ecad 15; Luciano di Lorito, Sindaco di Spoltore, in rappresentanza dell’Ecad 17; Giusy Di Profio e Arturo Tenaglia referente della coop L'Abbraccio; Roberta Pellegrino (nella foto qui a fianco, è a destra con la Allegrino), referente del Comune di Pescara.

"Recode è uno strumento importante, che garantisce un sostegno alle donne che lavorano, o che sono in cerca di un lavoro, e che hanno bisogno di conciliare i loro impegni con le attività di assistenza a minori, anziani non autosufficienti e persone diversamente abili - ha sottolineato l’assessore Allegrino - Attraverso i voucher da 300 euro che saranno erogati alle beneficiarie per sei mesi, a titolo di rimborso spese, si potrà usufruire di servizi come il baby-sitting, nidi dell’infanzia, attività sportive, assistenza domiciliare e di caregiver, doposcuola e altri. Servizi che saranno garantiti da soggetti qualificati come cooperative sociali, associazioni, imprese e che potranno essere scelti liberamente dalle donne, a seconda delle loro esigenze, tramite la consultazione di un apposito catalogo. Rivolgo quindi un appello ai soggetti che hanno i requisiti per erogare questi servizi affinché rispondano, entro il 24 dicembre, all’avviso pubblico per la formazione del catalogo, consultabile sul sito del Comune".

Di Lorito (nella foto a sinistra) ha aggiunto: “Dopo il lancio dell'avviso rivolto alle donne, ci accingiamo oggi, insieme agli altri enti d'ambito, a promuovere con un ulteriore passaggio questo progetto. Si tratta di una strategia per fare 'rete', ottimizzare e raggiungere l'obiettivo nella maniera migliore possibile. Il mondo femminile vive ancora una condizione di discriminazione rispetto al mondo maschile e Recode tende a dare una risposta positiva offrendo servizi per la cura della famiglia. Ci auguriamo di dare ampia pubblicità a questo progetto per favorirne la riuscita. Al momento abbiamo ricevuto sette domande da parte di donne disoccupate e 25 domande da parte di donne occupate. Dobbiamo fare tanto e di più rispetto agli obiettivi promossi da questi progetti sociali, siamo molto contenti che il Comune di Spoltore sia diventato comune capofila da poco dell'Ecad 16. Siamo fortemente impegnati in questo progetto e ci fa veramente piacere condividere col Comune di Pescara, l'assessore Allegrino e tutti i partner questa iniziativa”.

Di Renzo - che ha portato i saluti dell'Assessore alle Politiche sociali De Lellis, impegnata in un'altra attività - ha detto: "Stiamo seguendo questo progetto in tutte le sue fasi e ci crediamo tantissimo. La prima fase ha ottenuto un grande risultato, ci sono state 34 domande totali, di cui 21 da parte di donne occupate e 13 da parte di donne disoccupate. Ringrazio i colleghi dell'Ambito che hanno partecipato alla commissione. Abbiamo riscontrato una partecipazione attiva delle donne, la richiesta di informazioni sul progetto, infatti, è stata alta; è stato fatto un buon lavoro fin'ora e siamo contenti della partecipazione a questa importante iniziativa. I servizi di Recode passano attraverso un elenco di soggetti erogatori tra cui scegliere e stiamo facendo in modo che le imprese interessate possano aderire al catalogo. Andando avanti per questa strada possiamo rendere un servizio migliore alle donne, le necessità sono oggi moltissime e soddisfarne una parte ci rende orgogliosi e soddisfatti”.

Infine, la Pellegrino ha sottolineato che “questa è la prima volta che in Abruzzo viene sperimentata una formula di questo tipo. Le donne possono scegliere il proprio servizio accedendo ad un apposito catalogo, così andiamo ben oltre l'assistenzialismo. Il budget relativo al Recode proviene dal Fondo sociale europeo. Come Ecad 15 stiamo sperimentando una grande novità, già introdotta con l''Abruzzo care family' destinato alle famiglie in povertà. Recode prevede un importo complessivodi di 216mila euro e ben 54mila euro sono destinati ai voucher. Quando i comuni progettano questi fondi cercano di destinare la maggior parte delle risorse alle beneficiarie, più del 50% viene dato sotto forma di voucher ai beneficiari e nel mese di maggio prevediamo l'uscita di un secondo avviso. Inoltre, grazie alla collaborazione di Cna e Confesercenti, sarà attivato un percorso di sperimentazione di welfare aziendale”.

Gli operatori interessati (cooperative sociali, associazioni, imprese, enti pubblici, ecc.) potranno partecipare facendo pervenire la propria domanda di manifestazione d’interesse al Comune di Pescara entro e non oltre le ore 13 del 24 dicembre 2018.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=