Comune Pescara celebra Giornata Onu di Bimbe e ragazze e si affianca a Terre des Hommes

Il Comune di Pescara celebrerà oggi 11 ottobre, insieme a numerosi altri comuni italiani, la VII Giornata Mondiale Onu delle bambine e delle ragazze, aderendo alla campagna nazionale #Indifesa promossa da Terre des Hommes. L’evento è patrocinato dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale e dall’Associazione nazionale comuni d'Italia (Anci). L’iniziativa, alla quale Pescara ha aderito attraverso apposita delibera, è stata fortemente sostenuta dal sindaco Marco Alessandrinie dall’Assessore alle Politiche sociali Antonella Allegrino, e intende stimolare la diffusione di una cultura del rispetto e della prevenzione della violenza e delle discriminazioni di genere a partire dai minorenni. Terre des Hommes, membro della campagna internazionale "Girls not brides" (spose non bambine) e dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis), è l’organizzazione leader in Italia nella promozione e protezione dei diritti delle bambine e delle ragazze, temi centrali per uno dei più importanti e trasversali obiettivi dello Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 a cui l’Italia ha aderito: il raggiungimento della "Parità di genere", l’emancipazione e l’autostima di tutte le donne.

“Condividendo il manifesto #Indifesa di Terre des Hommes – ha detto Alessandrini- il Comune di Pescara s'è impegnato a realizzare azioni efficaci per la protezione dei bambini e in particolar modo delle bambine, contrastare la violenza di genere, il bullismo e il cyberbullismo stimolando la partecipazione di tutti e sensibilizzando l’opinione pubblica. La partecipazione a questa giornata rappresenta un passo significativo verso una città più a misura di bambino e verso uno sviluppo sostenibile raggiungibile solo con il contributo e l’impegno di tutta la società civile”.

La Allegrino (nella foto a destra, col sindaco) ha aggiunto che “è fondamentale promuovere fin dall’infanzia un’educazione basata sulla parità di genere in modo da superare stereotipi e discriminazioni. Bisogna dare modo ai bambini e alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze di riflettere sulla propria identità e sulle relazioni con rispetto e senza pregiudizi, valorizzando le differenze che sono una risorsa per l’umanità. Per supportare la campagna, sarà esposto sul palazzo di Città uno striscione arancione recante la scritta: '11 ottobre: Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze” e verrà colorata di arancione la pagina Facebook del Comune”. 

L’intera cittadinanza può aderire alla manifestazione indossando qualcosa di arancione, scaricando il fiore simbolo dell’iniziativa nel seguente link, condividendo le proprie foto online utilizzando gli hashtag ufficiali #Indifesa #OrangeRevolution e taggando la pagina @Terredeshommes su Facebook e Instagram o @Tdhitaly su Twitter. Terre des Hommes ha voluto chiamare #OrangeRevolution la sua “Rivoluzione arancione” per un concreto cambiamento della condizione delle bambine e ragazze del mondo. Perché l’arancione? Oltre a essere stato il colore che ha caratterizzato varie rivoluzioni, vuole essere un segnale di rottura degli stereotipi di genere, che impongono il rosa come il colore delle bambine. Per maggiori informazioni visitare il sito https://terredeshommes.it/indifesa .

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=