Papa Francesco invita poveri, senzatetto e profughi al Circo Medrano di Roma

Domani pomeriggio, giovedì 11 gennaio, Papa Francesco, attraverso l'Elemosineria apostolica, ha invitato i poveri, i senzatetto, i profughi, un gruppo di carcerati, le persone e famiglie più bisognose, insieme ai loro volontari, a partecipare allo spettacolo del Circo Medrano (ubicato a Roma in viale Gigli - Saxa Rubra). Lo rende noto l'elemosiniere del Papa, padre Konrad Krajewski (polacco). Il Medruno per l'occasione ha messo a disposizione tutti i 2100 posti del grande tendone per questo evento di carità che la famiglia Casartelli e l'imprenditore Fabrizio Grandi hanno voluto chiamare "Circo Solidarieta per i poveri del Santo Padre".
"Proprio durante un'Udienza generale - ricorda Krajewski - Francesco così si era rivolto alle persone del circo: 'La gente che fa spettacolo nel circo crea bellezza, sono creatori di bellezza. E questo fa bene all'anima. Quanto bisogno abbiamo di bellezza!'. Ecco allora che questo dono offerto dagli artisti del circo, che con costanza impegno e tanti sacrifici riescono a creare e a donare bellezza a se stessi e agli altri, potrà diventare anche per i nostri fratelli più poveri un incoraggiamento a superare le asprezze e le difficoltà della vita che tante volte sembrano troppo grandi e insuperabili".

Le parole sul circo Jorge Mario Bergoglio le aveva pronunciate anche in occasione dello spettacolo (nella foto d'apertura, un giocoliere) che CirCuba, il circo cubano a Roma attivo fino al 28 gennaio prossimo, aveva offerto in Vaticano al pontefice.
Al Circo Medrano (nel video a destra, uno spot dello show) sarà disponibile anche un servizio medico-sanitario assicurato da medici e infermieri volontari con un'autoambulanza e un'ambulatorio mobile del Vaticano. Al termine dello spettacolo, le persone più bisognose riceveranno ancheuna cena al sacco.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=