In Abruzzo 1,5 milioni di euro per combattere la povertà educativa

Quasi un milione e 500mila euro del Fondo nazionale per il contrasto alla povertà educativa minorile sarà destinato all'Abruzzo grazie a tre progetti che hanno partecipato con successo al Bando "Prima infanzia 2016". L'assessore alle Politiche sociali della Regione Abruzzo, Marinella Sclocco, ha detto che si tratta del progetto "La Cittadella dell'infanzia" con capofila la cooperativa sociale Orizzonte di Pescara presieduta da Grazia Giallorenzo che beneficerà di un finanziamento di 615mila euro, del progetto "Cavoli a merenda - bionido solidale" con capofila l'associazione Arca di Francesca (nella foto d'apertura, in attività) presieduta da Biancamaria Rulli che potrà contare su risorse pari a 390mila euro e, infine, del progetto "Prima - Prevenzione dei rischi per l'infanzia e la maternità assistita" con capofila l'associazione Focolare Maria Regina, illustrato da Sabrina De Flavis, che si avvarrà di un sostegno di 390mila euro. L'iniziativa, nata grazie a un protocollo tra Governo e Fondazioni bancarie, mette a disposizione risorse finalizzate progetti per la tutela dell'infanzia dell'adolescenza.
"Sono orgogliosa di questo risultato che ha premiato la qualità dei nostri progetti - ha detto la Sclocco - esaltando, al tempo stesso, la capacità di lavoro dei partenariati che hanno saputo fare sintesi delle molteplici esperienze e competenze. Quello che possiamo definire la capacità di fare rete. Basti pensare che degli otto progetti finanziati al gruppo delle quattro regioni del centro Italia (Abruzzo, Marche, Molise e Umbria), ben tre sono stati proposti da realtà associative abruzzesi e avranno ricadute positive sul nostro territorio".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=