Venezuela, morti saliti a 39. Opposizione bloccano strade e autostrade

E' salito ad almeno 39 il numero delle persone decedute dall'inizio delle contestazioni in Venezuela, cominciate a inizio aprile. L'ultima vittima è un 18enne è morto "durante una manifestazione" di protesta contro il governo di Nicolas Maduro tenuta ieri nello Stato di Tachira, nell'Ovest del Venezuela. Lo hanno reso noto le autorità giudiziarie. Ieri migliaia di persone hanno risposto all'iniziativa dell'opposizione di bloccare le principali strade del Paese sudamericano, colpito da una grave crisi economica e politica senza precedenti. Tra le strade bloccate anche la principale autostrada per Caracas (nella foto), dove i manifestanti si sono seduti con un libro in mano per occupare il tempo. L'operazione, battezzata "gran sit-in contro la dittatura",  è durata 12 ore fino alle 19 di ieri sera, ha spiegato il vicepresidente del Parlamento Freddy GuevaraCirca 50 blocchi simili sono stati organizzati nel resto del Paese. "E' un giorno di resistenza per mostrare la (nostra) organizzazione e forza", ha aggiunto Guevara, sottolineando che l'obiettivo è "rendere ingovernabile" il Venezuela, già sconvolto da una crisi politica ed economica profonda.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=