Allegrino e Chiavaroli a convegno Corecom-Rai in Villaggio Comunicazione

  • Stampa

"Mi piacerebbe che l'importante ruolo della comunicazione sociale fosse inserito nel nuovo Piano sociale regionale". E' l'augurio che l'assessore al Welfare del Comune di Pescara, Antonella Allegrino (giornalista ed editore del nostro giornale) ha rivolto, nel suo breve intervento di saluto anche istituzionale, alla Regione Abruzzo e alla platea del convegno "Comunicare il sociale - L’accordo Rai–Corecom". L'incontro è stato ospitato ieri al "Villaggio della Comunicazione", manifestazione allestita all'Aurum di Pescara dal Corecom Abruzzo e inaugurata dal premier Matteo Renzi. Peccato che l'assessore regionale al ramo, Marinella Sclocco, attesa all'incontro, ha dato forfait così come il direttore del Tgr Rai Vincenzo Morgante

Fra i saluti anche quello del viceministro della Giustizia Federica Chiavaroli (nella foto sotto mentre taglia il nastro del Villaggio insieme a D'Alfonso, Renzi e il sindaco Marco Alessandrini), che ha auspicato che lo spazio di informazione sociale previsto dall'accordo Corecom-Rai, porti le sue telecamere anche dentro le carceri: "La Rai ha fatto fiction su Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo forestale e mai una sulla Polizia Penitenziaria - ha lamentato la senatrice abruzzese dell'Ncd - Una serie che aiuterebbe a raccontare il carcere" italiano, che non svolge la sua funzione rieducativa visto "che il 70% di chi ha scontate le pene torna dentro". 

I lavori sono stati moderati dal giornalista Nicola Catenaro e introdotti da Ottaviano Gentile, componente il Corecom Abruzzo presieduto da Filippo Lucci (nella foto d'apertura è il primo a destra a fianco alla Allegrino). L'incontro è stato molto compresso a causa dei ritardi dovuti alla presenza di Renzi, che ha animato il precedente appuntamento-clou dell'Aurum con i sindaci abruzzesi e il governatore d'Abruzzo Luciano D'Alfonso per la firma del Masterplan regionale, che porta in Abruzzo 1,7 miliardi di euro per opere infrastrutturali.

Fra gli interventi flash, importante quello di Casto Di Bonaventura, presidente del Centro servizi al volontariato (Csv) di Pescara: "Consiglierei che questi importanti spazi informativi in Rai dedicati al sociale non siano affidati al caso, visto che l'autoproduzione non è facile e meriterebbe che fosse comunque professionale. Per questo uniamo le forze e i valori". Silvano Barone, caporedattore del Tgr Rai Abruzzo, ha ricordato che il suo telegiornale già dedica spazi all'informazione sociale, grazie a giornalisti sociali come Angela Trentini che negli anni è andata in ogni luogo ai margini della società, carceri comprese. Siccome la tv la devono vedere e capire anche i sordi, sono stati ben due i relatori a difesa dell'informazione sociale a favore di questa speciale categoria di disabili "che tali non si sentono - ha detto Giuseppe Petrucci, presidente dell'Ente nazionale sordi, accompagnato dal suo segretario generale Costanzo Del Vecchio - I sordi si sentono semmai cittadini che parlano un'altra lingua, quella dei segni".

Con l’iniziativa del "Villaggio", il Corecom ha voluto "affrontare i temi emergenti che caratterizzano il panorama della comunicazione e dell’informazione, valorizzando le particolari implicazioni delle tecnologie digitali di ultima generazione, aprendo al grande pubblico la possibilità di conoscere e sperimentare le innovazioni più suggestive e all’avanguardia che il mercato può offrire - si legge nella presentazione - L’evento costituisce l’occasione per declinare il tema della comunicazione in diversi ambiti quali: la scuola, il sociale, l’economia, l’informazione, la politica, la pubblica amministrazione e le religioni".

 

 

e-max.it: your social media marketing partner