Usa approvano prima pillola intelligente: avverte se la prendi

Le autorità degli Stati Uniti hanno approvato la prima pillola digitale. La compressa contiene un sensore che registra quando il paziente la ingerisce. Si tratta di un passo significativo verso la convergenza tra sanità e tecnologia. La pillola è una versione dell'Abilify della multinazionale giapponese Otsuka Pharmaceutical (ha sede anche in Italia, a Milano), autorizzata per il trattamento della schizofrenia, della depressione e del disturbo bipolare, che contiene un sensore sviluppato dalla californiana Proteus Digital Health.
Secondo la Food and drug administration, l'ente che ha fornito l'autorizzazione, la capacità di registrare il momento dell'ingestione di un farmaco prescritto per le malattie mentali potrebbe essere utile "per alcuni pazienti". Il sensore manda un messaggio a un cerotto sulla pelle, che trasmette l'informazione a un'applicazione mobile che mostra l'avvenuta ingestione del farmaco sullo smartphone (nella foto, tutti gli strumenti e la pillola). Grande quanto un granello di sale, il sensore non ha batterie e si attiva quando è bagnato dai succhi gastrici all'interno dello stomaco. Nel lungo termine, questo tipo di pillola potrebbe essere usato per pazienti con patologie cardiache o affetti da diabete.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=