Papa vieta vendita di sigarette in Vaticano: "Danneggia la salute"

Per decisione di Papa Francesco, in Vaticano sarà vietata la vendita di sigarette a dipendenti, religiosi e diplomatici all'interno del territorio a partire dal 2018, per non cooperare con una "pratica che danneggia la salute". Il giornalista statunitense Greg Burke, portavoce della Santa Sede e direttore della sala stampa vaticana, ha spiegato che "il Santo Padre ha deciso che il Vaticano terminerà la vendita di sigarette ai propri dipendenti a partire dal 2018". La notizia era stata anticipata dalla Telamagenzia stampa d'Argentina, Paese d'origine di Jorge Mario Bergoglio"Il motivo - prosegue Burke - è molto semplice: la Santa Sede non può cooperare con un esercizio che danneggia chiaramente la salute delle persone. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ogni anno il fumo è la causa di più di sette milioni di morti in tutto il mondo. Le sigarette, vendute ai dipendenti e pensionati del Vaticano ad un prezzo scontato, erano fonte di reddito per la Santa Sede. Tuttavia, nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone".

Nel Vaticano non c'è l'Iva, quindi le sigarette costano il 22% di meno rispetto all'Italia che la circonda, anche se, come tutte le altre cose (farmaci, cibo e bevande e carburanti) sono riservate (con tanto di tesserino da esibire) solo a chi è cittadino vaticano o lavora nella più piccola nazione al mondo, dentro Roma. Basti pensare che con i Musei vaticani la Santa Sede fattura circa 90 milioni di euro l'anno con cinque milioni di turisti l'anno. Con tutto il resto, ad appannaggio, però, di solo 3500 persone circa, il Vaticano fattura di più: 110 milioni di euro l'anno e ben un decimo dalle sole sigarette. Quindi, verrebbe da pensare che religiosi (che certamente fumano, come si vede nella foto d'apertura), cittadini e dipendenti vaticani fumano tutti come turchi, in media due-tre pacchetti di sigarette al giorno. Ovvio che, come anche per benzina e farmaci, c'è un traffico illegale di merce verso l'Italia, dove tutto costa più caro. 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=