Ministero della Salute: allattare al seno dopo il primo anno fa bene

Vedere un bambino di pochi mesi tra le braccia della mamma che viene allattato suscita una gran tenerezza ma se il bambino in questione ha un anno e forse più? Fino a pochi giorni fa la maggior parte delle persone, compresi pediatri e maestre d’asilo nido, riteneva la cosa alquanto strana e poco sana, soprattutto per il benessere psicofisico del bambino.

Mamme un po' controcorrenti che allattano o hanno allattato il proprio bimbo di due anni al parco giochi o in una sala d’attesa o in un ristorante si ritrovano addosso gli occhi accusatori di sconosciuti che pensano “ma lo allatta ancora?!”.  In realtà invece, allattare il bambino fino a quando, come dichiara l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), “mamma e bambino lo vogliono” è una relazione naturale, normale, sana e da promuovere il più possibile. Siamo riusciti a stravolgere il significato autentico delle cose più naturali come lo è l’allattamento al seno. Se un bambino di tre anni usa il ciuccio rientra negli standard comuni e la situazione viene accettata senza nemmeno porsi alcuna domanda critica. Ma è più naturale un bambino con il ciuccio (ciuccio che rappresenta il sostituto del seno materno) oppure un bambino che abbraccia la sua mamma, la guarda negli occhi e mentre si attacca al suo seno trova consolazione, coccole e anche nutrimento? Noi perdiamo spesso la bussola ma per ritrovarla basta osservare ciò che accade in natura: una mamma animale non dà dei limiti temporali per l’allattamento dei suoi piccoli, non sa fino a quanto loro vorranno essere allattati. Ad un certo punto loro crescono e smettono da soli. Ed è quanto accade con i cuccioli d’uomo.
Finalmente anche il Ministero della Salute ha voluto prendere posizione e il 27 febbraio scorso ha pubblicato il seguente documento "Allattamento al seno oltre il primo anno di vita e benefici per lo sviluppo cognitivo, affettivo e relazionale del bambino".

"Allattare al seno è una cosa bellissima, indescrivibile", spiega Vicky Alonso (foto), cantante cubana che vive a Città Sant'Angelo (Pescara) insieme al compagno di vita e lavoro Pierluigi Santullo, musicista e docente di musica. I due - storici artisti a bordo della navi della Costa crociere - hanno, infatti, il piccolo Luis che a quasi due anni beve ancora il latte materno di mamma Vicky. "Mi piace tantissimo ed è una cosa intensa fra me e mio figlio - prosegue - Mi mancherà farlo quando smetterò di allattarlo. Non è vero che le persone rimangono sorprese nel vedermi allattare ancora al seno, anzi, semmai si sorprendono solo del fatto che ho ancora il latte".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=