Venezuela, governo chavista smentisce elezioni presidenziali anticipate

  • Stampa

Il vicepresidente del Venezuela Diosdado Cabello ha smentito l'ipotesi che le elezioni presidenziali anticipate siano il principale argomento di discussione dei colloqui in corso fra governo ed opposizione alle Barbados, dopo che erano iniziati in Norvegia. "Qui in Venezuela non è prevista alcuna elezione presidenziale, qui il presidente si chiama Nicoals Maduro" ha ribadito Cabello parlando all"Assemblea costituente, composta interamente da sostenitori del chavismo e guidata dallo stesso vice di Maduro. Da parte sua il capo-negoziatore del governo, il ministro delle Comunicazioni Jorge Rodriguez (nella foto è a destra, seguito da Maduro e Cabello), ha definito la prima giornata di colloqui come "riuscita", senza fornire ulteriori dettagli. Secondo l'opposizione la terza sessione di colloqui avviata lunedì scorso ha tre obiettivi definiti: l'abbandono della presidenza da parte di Maduro, un "governo di transizione" e infine delle "libere elezioni con degli osservatori internazionali".

Il leader dell'opposizione e presidente ad interim Juan Guaidò ha ribadito - cercando di placare i timori di una parte della base, che teme una perdurante situazione di stallo che porti a delle concessioni - che i negoziati "non obbediscono che a una sola strategia: la fine dell'usurpazione, un governo di transizione e delle libere elezioni".

e-max.it: your social media marketing partner