Brasile, crolla consenso Bolsonaro a primi 100 giorni. Ok a militari in governo

Dopo cento giorni di governo, il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro (nella foto d'apertura) fa registrare il peggior giudizio ricevuto da un presidente del Brasile nei primi tre mesi di mandato: è quanto risulta da un sondaggio DatafolhaIl 30% degli intervistati considera infatti l'operato del governo come cattivo o addirittura pessimo, identiche percentuali di chi invece ne ha un'opinione abbastanza o molto positiva; inoltre il 23% ritiene che il resto del mandato sarà altrettanto negativo (opinione che prima che Bolsonaro assumesse l'incarico era del 12%). Soprattutto, cala per la prima volta la fiducia dei brasiliani nella ripresa economica: solo il 50% ritiene probabile un miglioramento contro il 65% del mese di dicembre, mentre per il 18% è in vista un peggioramento (rispetto a un 9% di identica opinione cinque mesi fa). Il sondaggio è stato effettuato su un campione di 2086 persone maggiori di 16 anni, con un margine di errore del 2%.

Datafolha ha fatto anche un altro sondaggio, da cui risulta che il 60% dei brasiliani è invece favorevole alla presenza di militari nei dicasteri principali del governo federale: Il sondaggio è stato pubblicato dal quotidiano brasiliano "Folha de Sao Paulo"L'esecutivo di Bolsonaro conta su sei ministri provenienti dalle forze armate su un totale di 22 portafogli, tra cui il vicepresidente Hamilton Mourao (nella foto a destra). Lo stesso Bolsonaro è un militare. Il sondaggio è stato effettuato sullo stesso campione di 2086 persone maggiori di 16 anni, con un margine di errore del 2%.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=