Migranti, premier ceco Babis valuta invito di Conte dopo critica 'infernale'

Il premier della Repubblica ceca Andrej Babis sta valutando l`invito a recarsi a Roma, rivoltogli ieri dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte (i due insieme nella foto d'apertura) con una lettera aperta per parlare della crisi migranti. A riferirlo ai giornalisti è stato questa mattina a Praga, subito dopo la fine del consiglio dei ministri, il vicepremier e ministro degli Esteri ad interim, Jan Hamacek.
"Non posso anticipare il testo, che deve essere ancora definito, ma posso anticipare che la risposta all'invito a Roma farà parte della risposta complessiva alla lettera inviata dal premier Conte" ha detto Hamacek, senza ulteriori dettagli. Babis - il quale nel fine settimana ha definito "una strada per l`inferno"  la richiesta dell`Italia ai Paesi dell`Unione europea (fra cui la Cechia) di accogliere parte dei 450 migranti presenti sulle navi Frontex - non ha partecipato oggi alla conferenza stampa perché - questa la spiegazione - s'è dovuto recare di fretta al Senato.
Conte ha inviato ieri una lettera aperta a Babis, invitandolo a Roma per discutere della crisi dei migranti. "Caro Andrej, la proposta italiana guarda con coraggio e lungimiranza alla sfida che abbiamo davanti. Non propone affatto un`irrealistica apertura delle frontiere, né tantomeno contempla un`accoglienza indiscriminata. L`Italia propone invece un cambio di prospettiva dell`Ue, un approccio multilivello e organico che passa attraverso azioni condivise per contrastare la migrazione illegale e tutelare coloro che davvero hanno diritto alla protezione internazionale. Chi mette piede in un Paese europeo mette piede in Europa. Nessuno di noi può pensare di fare da solo. Parliamone, caro Andrej", ha scritto Conte.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=