Soy Venezuela si presenta a Roma. Prima tappa al solidale Cram Regione Abruzzo

Donato Di Matteo, assessore agli Abruzzesi nel mondo e presidente del Cram Regione Abruzzo,  ha ricevuto ieri a Pescara alcuni membri della comunità italo-venezuelana riuniti in "Soy Venezuela", una piattaforma cittadina che da alcuni mesi funge come coalizione sociale e politica dei venezuelani con l'obiettivo di restituire la democrazia nel Paese sudamericano colpito da una crisi senza precedenti. Durante l'incontro, Di Matteo ha ribadito "la solidarietà agli abruzzesi che vivono la situazione drammatica del Venezuela, dove continuano a mancare medicine e alimenti e l'inflazione è arrivata all'85%. Già nei mesi scorsi – ha ricordato il Presidente del Cram - abbiamo provveduto a stanziare fondi per l'acquisto di medicinali attraverso l'associazione Ali e la Fondazione Abruzzo Solidale. Sono tanti i nostri corregionali che ci scrivono ogni giorno raccontando le loro storie drammatiche". Il coordinatore europeo di Soy Venezuela, Fabio Valentini (nella foto d'apertura, è il secondo da sinistra, seguito da Di Matteo) ha consegnato un documento all'assessore all'Emigrazione regionale col quale si chiede alla comunità internazionale di impegnarsi concretamente per sostenere una popolazione sempre più in difficoltà che necessita di attenzione urgente e misure di intervento umanitario. Maria Claudia Lopez dell'Osservatorio per l'Emigrazione del Cram (prima a sinistra nella foto d'apertura) ha lanciato a Di Matteo affinché si faccia portavoce del messaggio presso le associazioni degli abruzzesi nel mondo e in tutte le comunità locali.

Leader di Soy Venezuela è l'ex sindaco di Caracas Antonio Ledezma, oggi in esilio in Spagna, che coordina dall'estero la cooperazione dei paesi amici disposti a collaborare col Venezuela che si oppone al presidente chavista Nicolas Maduro. Sul sito della nuova organizzazione politico-umanitaria, Soy Venezuela scrive di essere "un'alleanza nazionale di formazioni e movimenti politici, organizzazioni civili e forze vive del Paese, che ci uniamo con l'unico scopo di ripristinare la Repubblica nel più breve tempo possibile. Non è una semplice unità di gruppi o gruppi di interesse; è un patto nella diversità, nella pluralità e senza deviazioni populiste o autoritarie. La nostra alleanza è un impegno, basato sulla fiducia tra gruppi che si conoscono in modo diverso e non competono per nessun ruolo, ma piuttosto per stabilire le condizioni in cui la società democratica è possibile".

Soy Venezuela ha tenuto lo scorso 27 marzo a Roma una conferenza all'Associazione della stampa estera, dove hanno partecipato con Ledezma, Valentini e la Lopez, ospiti di Philip Willan (presidente della Stampa estera in Italia), Patrizia Betancourt (presidente di Veneuropa), Alberto Sotillo e Nitu Perez Osuna (consiglieri di Soy Venezuela), l'ex ministro degli Esteri del governo Monti Giulio Terzi di Sant'Agata (presidente del Global committee for the rule of Law "Marco Pannella"), e Maria Corina Machado (fondatrice e coordinatrice di Vente Venezuela).

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=