Venezuela, Maduro convoca elezioni e conferma sua disponibilità a mandato bis

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro s'è messo a "disposizione" per difendere i colori del suo Partito socialista unito del Venezuela (Psuv) alle prossime elezioni presidenziali. Il governo chavista di Caracas ha annunciato di voler anticipare l'appuntamento elettorale entro la fine di aprile. "Sono un umile lavoratore, un umile uomo del popolo. Se il Psuv crede che io debba essere candidato alle presidenziali per il partito rivoluzionario (...) io sono a disposizione", ha dichiarato Maduro alla stampa, prima di partecipare a un comizio pubblico nella Capitale. 

Travolto da una crisi economica senza precedenti, con l'inflazione prossima al 3000%, il potere venezuelano ha convocato elezioni presidenziali anticipate alle quali si ripresenterà certamente Maduro, nel tentativo di profittare di una dinamica elettorale favorevole e delle divisioni dell'opposizione, a cui Maduro vuol mettere i bastoni fra le ruote. "Prima del 30 aprile, si terranno le elezioni presidenziali in Venezuela", ha annunciato il decreto proposto dal numero due del potere venezuelano Diosdado Cabello (nella foto è a destra con Maduro) - fresco sanzionato anche dall'Unione europea - e adottato all'unanimità dalla nuova Assemblea costituente, piegata ai voleri di Maduro, composta esclusivamente da chavisti.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=