Venezuela, ambasciatore a Onu 'viene dimesso' da Maduro. 'Leale solo a Chavez'

L'ambasciatore del Venezuela all'Onu, Rafael Ramirez, ha annunciato in una lettera le sue dimissioni su richiesta del presidente del Venezuela Nicolas Maduro. Ramirez (nella foto del 2016 con Maria Gabriela Chavez, figlio del defunto presidente Hugo Chavez al quale l'ormai ex ambasciatore Onu era vicinissimo) da tempo è un bersaglio dell'aggressiva campagna di Maduro per consolidare il suo potere in vista delle elezioni presidenziali 2018 nel Paese sudamericano sconvolto dalla crisi.


"Sono stato rimosso per le mie opinioni", e "rimarrò, accada quel che accada, leale al comandante Chavez", ha detto l'ormai ex ambasciatore evocando il defunto presidente venezuelano. La settimana scorsa si era diffusa la voce di un arresto dello stesso Ramirez, poi smentita. Il posto di rappresentante all'Onu è stato assegnato all'ex ministro (per pochi giorni) degi Esteri Samuel Moncada, docente di Storia. Quella di Ramirez è l'ennesima purga del chavismo, dopo l'ondata di arresti nei giorni scorsi, i licenziamenti di alcuni ministri e funzionari e le varie defezioni da un regime sempre più in crisi e impopolare.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=