Parcheggi disabili fuori Comune Pescara passano da 9 a 21. Associazioni soddisfatte

I parcheggi per i disabili dinanzi ai palazzi del Comune di Pescara passano da nove a 21. Lo ha stabiluto la Giunta comunale guidata dal sindaco Marco Alessandrini, che ieri in Comune presentato alle associazioni che si occupano di disabilità del piano di ampliamento dei posti auto riservati, che così aumentano del 133%. Il piano rivisita l’entità della sosta per disabili che è stata al centro delle cronache alla fine dell’estate per iniziativa di Claudio Ferrante di Carrozzine Determinate (primo a destra in carrozzina, durante la riunione con sindaco, assessori e colleghi di altre associazioni), che ha fatto venire a Pescara anche l'inviato di "Striscia la notizia" Jimmy Ghione. Il piano prevede inoltre una rimodulazione della fermata degli autobus di piazza Italia, questo al fine di agevolare l’ingresso ai due palazzi del Comune anche per chi arriva con i mezzi pubblici.

 

Alla riunione erano presenti col sindaco l’assessore alla Mobilità Stefano Civitarese Matteucci, l’assessore alle Politiche sociali Antonella Allegrino, il dirigente del Settore Mobilità Giuliano Rossi, il "mobility manager" del Comune Piergiorgio Pardi e i rappresentanti delle associazioni: oltre a Carrozzine Determinate, Aism Pescara, Anffas Pescara, Anmic Pescara, DiversiUguali, Sottosopra, Uildm Pescara. Alla riunione ha preso parte anche il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli.

“Il piano parte dall’assunto che su piazza Italia sono presenti già nove stalli per disabili, disposti in modo da garantire l’accesso sia nei due palazzi del Comune, che negli altri uffici pubblici presenti (Agenzia dell’Entrate e del Territorio, Prefettura e Provincia) nel pieno rispetto di quanto stabilisce il Codice della Strada – fanno sapere Alessandrini, Allegrino e Civitarese - 

 

 

"La situazione può essere migliorata in senso inclusivo, cosa a cui ci siamo sempre detti disponibili e in tal senso siamo impegnati sia sul fronte sociale che per l’abbattimento delle barriere architettoniche dall’inizio del mandato, ultimo atto a fine estate abbiamo messo in funzione un ascensore incompiuto da anni che raggiunge tutti i piani del palazzo comunale, mezzanini compresi. Infatti il piano non solo porta da nove a 21 i parcheggi destinati a utenze disabili, ma prevede anche il rifacimento della fermata dell’autobus che si trova proprio davanti all’edificio ex Inps, dove si trovano l'Urp, gli Uffici del Sociale e altri sportelli aperti al pubblico. In tutto 12 i nuovi parcheggi che abbiamo dislocato in modo da rendere più accessibili tutti gli uffici: due si aggiungeranno ai tre esistenti in via Calabria. Tre, invece, saranno le ipotesi individuate sulla via di accesso a piazza Italia da corso Vittorio Emanuele, per accedere ai palazzi comunali, nei pressi degli uffici del protocollo dove oggi ce n’è solo uno. Altri sette saranno invece nella parte posteriore del palazzo, dove c’è l’ascensore e l’accesso dedicato. Restano tre gli stalli che sono contigui alla fermata degli autobus, che però verrà dotata di una rampa per permettere l’accesso diretto e in quota, quindi senza dislivelli, sui mezzi pubblici. Questa la base proposta su cui abbiamo raccolto il confronto con le associazioni presenti, che ci hanno chiesto degli aggiustamenti e una maggiore attenzione al fine di rendere ancora più fluida la sosta e sicuri gli accessi. La palla torna ora agli uffici tecnici che recepiranno le istanze delle associazioni perché il piano divenga esecutivo al più presto possibile”. 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=