Australia, ministro Canavan "forse" è cittadino italiano: si dimette

Il suo cognome non suona italiano, ma Matthew Canavan (37 anni) potrebbe esserlo, a sua insaputa. Per questa ragione, il neo ministro per le Risorse australiano è stato costretto a dimettersi dal suo incarico nel governo del premier Malcolm Turnbull. Ed è il terzo politico nel giro di poche settimane a rinunciare alla sua poltrona a causa della doppia cittadinanza, che rende ineleggibile nel Paese oceanico.

Canavan, del Partito Liberal-nazionale, ha dichiarato che sua madre Maria, di origini italiane, l'ha informato solo la scorsa settimana che 11 anni è diventata cittadina italiana ma non sapeva di esserlo diventato pure lui (difficile da credere). L'ormai ex ministro, nato in Australia e che non ha mai messo piede in Italia, ha detto però di voler conservare la sua poltrona di senatore finché non avrà ricevuto un parere legale. Il quotidiano "The Australian" ha titolato: "Mamma mia! Cabinet rocked by Italian fiasco" (Governo sconvolto dal "fiasco" italiano).

 

In base alla Costituzione australiana nessun cittadino può ricoprire un incarico politico federale se in possesso di uno doppio passaporto. All'inizio del mese, due senatori del partito dei Verdi, Scott Ludlam e Larissa Waters, il primo nato in Nuova Zelanda, la seconda in Canada, sono stati costretti a dimettersi per la stessa ragione.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=