Brasile, Rousseff accusa di corruzione suo successore Temer

L'ex presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha denunciato di corruzione l'attuale capo di Stato, Michel Temer (i due insieme nella foto). I legali della Rousseff hanno infatti depositato la documentazione secondo cui Temer avrebbe accettato bustarelle da un colosso dell'edilizia durante la campagna elettorale del 2014. Stando a quanto riportato dal quotidiano brasiliano "O'Globo", i legali avrebbero presentato dichiarazioni bancarie e la copia di un assegno datato 10 luglio 2014, che dimostrerebbe il versamento di un milione di real (quasi 279mila euro) da parte del gruppo Andrade Gutierrez al fondo della campagna elettorale del Partito del movimento democratico brasiliano (Pmdb) di Temer, che sarebbe però stato trasferito sul fondo della campagna personale dell'attuale presidente.
Qualora la corte accettasse la documentazione presentata dai legali della Rousseff, le elezioni presidenziali del 2014 potrebbero essere dichiarate nulle per violazione alla legge sul finanziamento della campagna elettorale e Temer perdere l'incarico assunto lo scorso settembre, dopo il controverso impeachment dell'ex presidente.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=