Filippine, Duterte oltre che contro droga, lotta anche al fumo

Il vulcanico e spiazzante presidente delle Filippine Rodrigo Duterte sta per rendere obbligatorio il divieto di fumare anche nei luoghi pubblici, rinforzando ulteriormente una delle legislazioni anti-tabacco tra le più rigide di tutta l'Asia. Duterte ha scatenato molte polemiche in tutto il mondo per la sua spietata lotta contro le bande dei narcotrafficanti che da luglio scorso ha già provocato tremila morti. Quando era sindaco della città di Davao, nel sud delle Filippine, Duterte aveva imposto un ordine di coprifuoco per i minorenni e vietato la vendita di alcol in orario notturno.
Ambivalenti, com'era lecito attendersi, le reazioni dei filippini (nella foto d'apertura uno dei tanti venditori di sigarette e accessori, mentre fuma). "Sono contraria al divieto di fumare perché lavoro in un call center" spiega una donna. "Un lavoro stressante e fumare è un modo per distendersi". E ancora: "Il divieto di fumare è una buona decisione perché i più colpiti dagli effetti del tabacco sono i bambini che li subiscono come fumatori passivi". Oppure: "Nei luoghi pubblici ci sono mozziconi di sigaretta dappertutto".
Il nuovo giro di vite segue altre disposizioni legislative che vietano la pubblicità sul tabacco, regolano il fumo nei luoghi pubblici coperti e impongono truculente immagini dei danni prodotti dal fumo sui pacchetti di sigarette. La stretta governativa, come ha spiegato il sottosegretario alla Sanità Eric Tayag, è dovuta al fatto che la riduzione del fumo appare ancora troppo lenta.

E' delle stesse ore la notizia che la gambiana Fatou Bensouda, procuratrice capo della Corte penale internazionale dell'Aja (che ha sede in Olanda) ha detto di essere "profondamente preoccupata" per le migliaia di uccisioni di presunti trafficanti di droga nelle Filippine e ha avvertito che i responsabili potranno essere perseguiti. "Sono molto preoccupata degli questi assassinii che vengono riferiti e del fatto che i massimi rappresentanti delle Filippine sembrano disposti a perdonare queste uccisioni" ha detto la Bensouda in un comunicato emesso all'Aja.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=