Cile, Isabel Allende prima donna eletta alla presidenza del Senato

“Mio padre, come sapete, è stato presidente del Senato per tre anni e per me è un enorme onore e un orgoglio essere la prima donna presidente in tutta la storia del Senato”. La senatrice socialista Isabel Allende Bussi (foto) - figlia dell'ex presidente del Cile Salvador Allende, ucciso durante il golpe fascista di Augusto Pinochet nel 1973 - ha accolto così la designazione ottenuta dalla coalizione di centro-sinistra a capo della "Camera alta".

Lo diventerà l’11 marzo, con il ritorno alla guida del Cile della socialista Michelle Bachelet, già presidente dal marzo 2006 al marzo 2011, che ha recentemente vinto le elezioni presidenziali nel Paese sudamericano. Alla stessa Isabel Allende spetterà quindi di consegnare a Bachelet la fascia presidenziale dai colori azzurro, bianco e rosso alla cerimonia che sarà ospitata nella sede del Congresso a Valparaíso. “È molto simbolico il fatto che una donna, socialista, senatrice, figlia del presidente Salvador Allende consegni la fascia a un’altra donna, socialista, presidente” ha commentato il senatore socialista Fulvio Rossi. “Sarà una fotografia che farà il giro del mondo, affinché la presenza di due donne agli incarichi più importanti del Cile legittimi sempre la presenza femminile negli spazi del potere”. Com’è noto, Bachelet è figlia di un generale fedele a Salvador Allende, recluso e torturato dal regime di Augusto Pinochet (1973-1990). La neo presidente del Senato cilena è omonima della cugina, famosa scrittrice cilena, figlia di Tomas, fratello di Salvador, che vive negli Stati Uniti.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=