Venezuela, Ue chiede a Maduro di disarmare gruppi radicali chavisti

Il Parlamento europeo ha chiesto alle autorità del Venezuela di disarmare i gruppi radicali filo-governativi e di assicurare alla giustizia i responsabili della morte dei manifestanti. La risoluzione congiunta dei gruppi dell’Eurocamera, che ha ottenuto 463 voti a favore, 45 contrari e 37 astensioni.

Gli eurodeputati hanno chiesto all’intera classe politica venezuelana e in particolare al governo del presidente Nicolas Maduro (nella foto) di seguire la strada del dialogo pacifico per risolvere la crisi che da settimane sconvolge il paese. “Chiediamo alle autorità venezuelane di disarmare e sciogliere immediatamente i gruppi armati fuori controllo filo-governativi e mettere fine alla loro impunità”, recita il testo emesso dal Pe. Gli eurodeputati chiedono inoltre “chiarimenti” in merito alle morti violenti di alcuni manifestanti e che i responsabili “paghino davanti alla giustiziai per le loro azioni”Nel testo si ricorda al governo venezuelano il suo dovere nel “garantire la sicurezza di tutti i cittadini nel paese, a prescindere dalle loro opinione politiche”, e si condanna l’arresto di stendenti e leader dell’opposizione, per i quali si reclama la “immediata” liberazione. Proseguono, intanto, le tensioni tra il governo di Maduro e l’opposizione, mentre la società civile non lascia le strade in protesta contro la gestione chavista. Il malessere di una parte del Paese viene cavalcato dall’opposizione che sta facendo leva sull’alto tasso di inflazione, sulla criminalità diffusa e sull’incapacità del governo ad assicurare forniture costanti di beni. (Atlas)

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=