TgCom24 di Mediaset si rinnova. E chiama Raffaele Sollecito come opinionista

  • Stampa

Dopo 15 anni il TgCom24 diretto da Paolo Liguori si rinnova. Un cambiamento che investe sia il sito web sia il canale tv, dotato di nuova veste grafica e supportato da una nuova app che punta a conquistare sempre più utenti mobile. Liguori, oltre a snocciolare le novità tecniche, è entrato nel merito di alcuni nuovi contenuti. Come il nuovo programma "Il giallo della settimana", nato dalla costola di "Quarto grado", che vedrà come opinionista Raffaele SollecitoSpiega Liguori: "Sollecito è stato un personaggio molto discusso quando era imputato e condannato" per il delitto a Perugia nel 2007 della studentessa inglese Meredith Kercher insieme alla sua fidanzata di allora, l'americana Amanda Knox, coinquilina della ragazza uccisa in casa. "Poi - prosegue il giornalista Mediaset - è stato completamente abbandonato perché è protagonista di una vicenda scabrosa e irrisolta che contiene in sé molti elementi di ingiustizia. Però il risultato finale è che la Cassazione lo ha assolto e ora Sollecito che fa? Non può fare più niente - ha detto Liguori a proposito delle polemiche sollevate per questo incarico - Sollecito con la giustizia ha molta più esperienza di noi, più dei giornalisti che scrivono della giustizia, ha fatto il carcere tutto, è stato condannato, ha fatto tutti i gradi del processo, a me è sembrato meglio di un esperto", dice Liguori del giovane ingegnere informatico pugliese (si è laureato in carcere, dove è stato rinchiuso quattro anni fino al 2011) ospite in molte trasmissioni tv (come nella foto d'apertura).

Sempre come spin-off di trasmissioni Mediaset ci sarà "Italiani brava gente", su temi tratti dalla trasmissione "Dalla vostra parte", e le "Buone notizie della radio", in collaborazione con Radio 101. Il sistema, come lo ha definito Liguori, è seguito ad oggi da 26,3 milioni di utenti al mese ed è sulla rete il terzo sito d'informazione dopo il Corriete.it e Repubblica.it. "Noi siamo il terzo sito - ha sottolineato - ma se continua così il secondo sente già il morso". In questo quadro però è sul mobile, con i suoi 8,8 milioni di utenti al mese, che punta. "Ad oggi il nostro mobile - ha spiegato - come utenti unici sta sfiorando il 51%, uno su due ci guarda su dispositivo mobile, veloce ed essenziale".

Ed è in questa direzione che bisogna guardare anche per la raccolta pubblicitaria. "Nel 2016 - ha detto Liguori - l'obiettivo è uguale a quello del 2015 che era comunque di crescita. Noi siamo intorno ai 10milioni di raccolta per il sito. Il problema è che esiste un mondo ancora da scoprire e valorizzare che è quello del sistema, quanto giova avere sito, canale app, il concetto di brand. Noi siamo sperimentali" è stata la chiosa di Liguori che ha lasciato la porta aperta a nuove iniziative, come dei canali specializzati. "Chi esclude la possibilità di fare un canale di documentari o di cucina, o comunque canali tematici che non siano informazione live? - ha concluso - Nessuno, è solo una questione di investimento e di tempo".

=

e-max.it: your social media marketing partner