Non più solo maschio o femmina: Facebook Usa apre ai transgender

Gli statunitensi di Facebook (e, per ora, solo loro) potranno da oggi in poi non essere più obbligati a scegliere fra "maschio" o "femmina" per definire il proprio sesso ma indicare anche altre voci relative all’identità di genere, come "cisgender", "transgender", "intersessuale" e ben altre 10 opzioni aggiunte dal più popolare social network sul web.

Apertura per chi non si sente rappresentato dalle categorie "uomo" o "donna". La società fondata da Mark Zuckerberg ha spiegato di aver lavorato con le associazioni della comunità Lgbt, ma non ha ancora indicato entro quanto tempo le nuove voci saranno disponibili anche per gli utenti che si connettono fuori dagli Usa. Per celebrare la nuova funzionalità offerta dal social network, nella sede principale di Menlo Park, in California, lungo una passerella è stata perfino esposta una bandiera arcobaleno, simbolo della comunità gay e transessuale. "Siamo orgogliosi di offrire una nuova opzione di genere per aiutare ad esprimere meglio la propria identità su Facebook - si legge sul profilo della pagina fan "Facebook diversity" - Le persone che scelgono un genere personalizzato avranno ora la possibilità di scegliere anche il pronome con il quale vorrebbero essere indicate pubblicamente: maschile, femminile o neutro. Abbiamo anche aggiunto la possibilità per le persone di selezionare il pubblico con il quale intendono condividere il loro genere personalizzato. Questa impostazione dà la possibilità alle persone di esprimersi in modo autentico". La prima transgender a essere soddisfatta è dentro Facebook, si chiama Brielle Harrison (nella foto) ed è ingegnere del software per Facebook: "Tutte le persone come me – ha spiegato – si trovano di fronte a un’opzione binaria: maschio o femmina? Qual è il tuo genere? È sconfortante perché nessuna ci rappresenta veramente. Ora, per la prima volta, le persone che si connettono possono sapere qual è la mia identità di genere". Facebook può vantare oltre un miliardo di utenti mensili attivi in tutto il mondo, di cui oltre 150 milioni dagli Stati Uniti. Secondo il William institute dell’Università di California sono almeno 700mila negli Usa le persone che s'identificano come transgender.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=