Migranti, Nigeria lancia app per denunciare i trafficanti di esseri umani

Le autorità della Nigeria hanno lanciato un'app chiamata iReport che consente alle persone di denunciare i traffici di esseri umani nel Paese più popoloso dell'Africa (oltre 190 milioni di abitanti). Lo ha annunciato il direttore dell'Agenzia nazionale contro il traffico di persone, Julie Okah-Donli (nella foto qui sotto a destra), denunciando come le organizzazioni dei trafficanti stiano facendo enormi profitti ingannando giovani donne in fuga dalla povertà sulla vita felice che le attende in Europa.

La Nigeria è uno dei principali paesi di origine dei migranti che sbarcano sulle coste europee. Stando ai dati dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), circa 11mila donne e tremila bambini arrivati in Italia nel 2016 erano nigeriani e l'80% delle donne nigeriane che arrivano in Europa sono potenziali vittime di sfruttamento sessuale.

Nei giorni scorsi Save The Children ha denunciato come tra le ragazze nigeriane che giungono via mare in Italia, otto su 10 sarebbero potenziali vittime di tratta a fini di sfruttamento sessuale, un numero che ha fatto registrare, tra il 2014 e il 2016, un incremento del 600%. L'agenzia nigeriana contro il traffico di esseri umani è stata creata nel 2003 e ha favorito da allora 359 condanne. I trafficanti sono "disumani e barbari" e vanno puniti, ha detto la Okah-Donli.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=