Papa Francesco: 'Ho conosciuto un monsignore con 40 paia di scarpe'

"Di fronte alle statistiche della povertà nel mondo, ai bambini che muoiono di fame, che non hanno da mangiare, non hanno le medicine, tanta povertà - che si sentono tutti i giorni nei telegiornali e nei giornali - è un atteggiamento buono quello di chiedersi: 'Ma come posso risolvere questo?'". Così Papa Francesco nell'omelia mattutina a Casa Santa Marta, in Vaticano. La domanda, ha detto il Pontefice italo-argentino, nasce dalla preoccupazione di fare il bene. E quando una persona che ha un po` di denaro, si chiede se il poco che fa serva, il Papa risponde che serve, "come le due monetine della vedova".

"Una chiamata alla generosità - ha proseguito il Papa a quanto riferisce "Vatican news" - "E la generosità è una cosa di tutti i giorni, è una cosa che noi dobbiamo pensare: come posso essere più generoso, con i poveri, con i bisognosi... come posso aiutare di più? 'Ma lei sa, Padre, che noi appena arriviamo alla fine del mese' - 'Ma qualche monetina ti avanza? Pensa: si può essere generosi con quelle...'. Pensa. Le piccole cose: facciamo, per esempio, un viaggio nelle nostre stanze, un viaggio nel nostro guardaroba. Quante paia di scarpe ho? Uno, due, tre, quattro, quindici, venti... ognuno lo può dire. Un po` troppo... Io ho conosciuto un monsignore che ne aveva 40... Ma, se hai tante scarpe, dà la metà. Quanti vestiti che non uso o uso una volta l`anno? E` un modo di essere generoso, di dare quello che abbiamo, di condividere".

Nella foto, i famosi scarponi neri che indossa Papa Francesco.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=