Papa: i colombiani fanno tanti figli, è un popolo che ha futuro

Quello colombiano è "un popolo gioioso, con tanta sofferenza ma gioioso, con speranza". Papa Francesco è rimasto molto impressionato dalla recente missione in Colombia. "Una delle cose che più mi ha colpito - ha raccontato il primo pontefice latinoamericano ai pellegrini presenti all'udienza generale di mercoledì scorso - in tutte le città la folla e dentro la folla i papà e le mamme che alzavano i bambini perché il papa li benedicesse, ma anche con orgoglio, facevano vedere i propri bambini, come dicendo questa è la nostra speranza io ho pensato: un popolo capace di fare bambini e capace di farli vedere con orgoglio e speranza, questo popolo ha futuro". Il "maligno", ossia il diavolo, "ha voluto dividere il popolo per distruggere l`opera di Dio, ma è altrettanto evidente che l`amore di Gesù Cristo, la sua infinita misericordia è più forte del peccato e della morte". E' la lettura teologica che il Papa dà della storia della Colombia, per benedire il recente accordo tra il governo del premio Nobel per la Pace Juan Manuel Santos (nella foto col Papa, davanti a tanti bambini) e i guerriglieri delle Farc che ha posto fine a oltre mezzo secolo di violenze da sinistra. Ora bisogna fare pace anche con i guerriglieri di destra.

"La Colombia - come la maggior parte dei Paesi latinoamericani - è un Paese in cui sono fortissime le radici cristiane", ha sottolineato il Papa, il livido che si è procurato durante il viaggio ben evidente sotto l'occhio sinistro, nel corso dell'udienza generale in piazza San Pietro, occasione per ripercorrere le tappe della sua ventesima trasferta internazionale. "E se questo fatto rende ancora più acuto il dolore per la tragedia della guerra che l`ha lacerato, al tempo stesso costituisce la garanzia della pace, il saldo fondamento della sua ricostruzione, la linfa della sua invincibile speranza.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=