Italiani nella 'felice' Panama: 'Diecimila persone, tra sfide e cultura'

La presenza degli italiani a Panama è molto forte e l'integrazione passa anche attraverso la cultura. Oltre a motivi economici, a Panama gli italiani arrivano anche per lo stile di vita per la "felicità" che esprime il Paese centroamericano, crocevia dei traffici commerciali nelle Americhe: per l'accoglienza, per l'allegria tipiche di questo Paese. In tutto lo stato panamense sono circa 10mila i connazionali, fra cui anche un ex capo di Stato: Ricardo Martinelli.

"La nostra comunità è fortemente integrata - spiega l'ambasciatore d'Italia a Panama Massimo Ambrosetti (nella foto d'apertura, mentre incontra al suo insediamento il presidente di Panama Juan Carlos Varela) - Una comunità piuttosto importante, tenendo conto che Panama è un paese piccolo.

"Gli italiani sono circa 10mila, sono suddivisi tra una presenza importante nella città di Panama ma anche sul territorio, con un radicamento nelle professioni nel lavoro. È una comunità che chiede un rafforzamento della nostra presenza, molto legata in termini di identità alle proprie radici ed è un fattore molto importante per il rilancio delle nostre relazioni con un Paese che guarda all'Italia con considerazione, con simpatia e con interesse per il futuro".
Una sfida che passa anche per la cultura, "che è fondamentale, abbiamo una presenza storica - prosegue l'ambasciatore - Però bisogna ravvivare questa presenza in un Paese che è ricco ma che forse sul potenziale culturale è sottodimensionato rispetto alle sue possibilità e l'Italia è pronta a contribuire".

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=