Cgie organizza secondo Seminario delle Donne Italiane all`Estero

  • Stampa

Il Consiglio generale degli italiani all'estero (Cgie), organizza il II "Seminario delle Donne italiane all'estero" che si terrà domani 17 novembre a Roma, nella sala "Wall street - The Church village" in via di Torre Rossa 94. Il Seminario si prefigge gli obiettivi di tracciare il quadro dell'evoluzione della presenza delle donne italiane all'estero; impegnare Cgie e autorità competenti a evidenziare l'apporto delle donne, in ogni campo, alla rete delle comunità italiane fuori d'Italia; creare le premesse per la convocazione della prima Conferenza mondiale delle Donne italiane all'estero. La giornata di lavoro si aprirà alle ore 9,30 con gli indirizzi di saluto di Ricardo Merlo, sottosegretario di Stato con delega per gli italiani all'estero e di Michele Schiavone, segretario generale del Cgie. Seguiranno le introduzioni di Edith Pichler, coordinatrice del gruppo Donne Cgie e di Silvana Mangione, vicesegretario generale del Cgie. 

Il Seminario affronterà i seguenti argomenti. "Tipologie di presenza: Pioniere, discendenti e nuove migrazioni"; "Tutela e inclusione nei diritti di cittadinanza"; "Che mercato di lavoro? Continuità e trasformazioni, donne e imprenditoria"; "Lingua e cultura: non solo tradizione ma risorsa al servizio del Sistema Italia". Nel corso di tre tavole rotonde che saranno intitolate: "Leadership e rappresentanza", con moderatrice Delfina Licata, (nella foto sotto a sinistra, ospite a Radio Rai) coordinatrice del "Rapporto italiani nel mondo" edito dalla Fondazione Migrantes.

Fra gli ospiti, la senatrice italo-australiana Concetta Fierravanti Wells (nella foto a destra, originaria dell'Avellinese), già ministro federale per lo Sviluppo internazionale e il Pacifico nel suo Paese, ora ministro del Governo ombra a Canberra, già consigliera Cgie (1991-1998); Natasha Mazzone, unica italiana (anche lei originaria dell'Avellinese) eletta al parlamento del Sudafrica (Democratic alliance); Annalisa Gadaleta, assessore alla Cultura e Istruzione nel Comune di Molenbeek di Bruxelles (Belgio), originaria di Bari; Paola Cuneo, promotrice dell'imprenditoria femminile nell'ambito della nuova mobilità e consigliera della Camera di commercio italo-britannica a Londra (Regno Unito).

Altri temi: "Donne in movimento: nuove professionalità o mestieri tradizionali? Fasce deboli dell'emigrazione - diritti di cittadinanza", con moderatrice Liliana Ocmin, italo-peruviana, responsabile del Dipartimento oolitiche migratorie, femminili e giovanili della Cisl confederale; Maria Carolina Casati Digiampietri, del progetto in Brasile "Riscrivendo il passato per dare significato al futuro"; Mara Favia, italo-francese. Ci sarà poi un'esponente della comunità italo-venezuelana per parlare anche della crisi in Venezuela.

E ancora: "Promozione dell'insegnamento di lingua e cultura come supporto al sistema Paese: sfide attuali e il ruolo delle donne", con moderatrice la rettrice dell'Università per stranieri di Perugia, Giuliana Grego Bolli. E' previsto l'intervento di Luigi Maria Vignali, direttore generale degli Italiani all'estero alla Farnesina. I lavori avranno luogo tra la mattina e il pomeriggio e saranno interrotti da un pranzo a buffet. Le conclusioni del Seminario, aperto al pubblico, sono fissate per le ore 16.

 

e-max.it: your social media marketing partner