Voto estero, Porta (Pd) non rieletto denuncia brogli in Sudamerica

Lo spoglio per le elezioni degli italiani all'estero è sempre lento, complicato e contestato ma già sono certe alcune elezioni e alcune eccellenti "trombature". Fra le elette al Senato, la popolare presentatrice Rai Francesca Alderisi in America del Nord per il Centro-destra e la deputata uscente Fucsia Nissoli (anche lei Cdx), così come le confermate Laura Garavini e Francesca La Marca per il Partito Democratico, rispettivamente in Europa e Nordamerica. Il Pd ha vinto le elezioni all'estero (in Europa ha eletto pure Alessio Tacconi) ma non in America del Sud, dove prende un solo deputato ma nessun senatore, a vantaggio del Maie e Usei. Al Senato, clamorosa la non elezione dell'unico deputato "dem" uscente Fabio Porta, uno dei migliori parlamentari della conclusa legislatura nonché presidente del Comitato italiani nel mondo. Residente in Brasile si è speso come nessun altro per la questione venezuelana, sia politica interna sia per gli italiani lì residenti. Maie e Usei hanno preso gli unici due posti per Palazzo Madama con Ricardo Merlo (deputato uscente) e Adriano CarioPorta - che se si ricandidava alla Camera veniva sicuramente rieletto - pur ringraziando i suoi elettori denuncia brogli nel suo collegio, soprattutto nell'Argentina, paese dove, insieme al suo Brasile, si eleggono i deputati del Sudamerica. "Grazie (con un pizzico di amarezza ma tanto ottimismo) - scrive Porta si Facebook - per i 20mila voti ottenuti nella lista del Pd al Senato in America meridionale. Un risultato importante, che purtroppo non ha consentito a me e al partito di confermare il suo seggio al Senato... Purtroppo - prosegue Porta - anche questa volta il voto all’estero, e in particolare in Sudamerica, è stato segnato e condizionato pesantemente da fenomeni che poco hanno a che fare con la partecipazione libera e democratica. In queste ore stiamo presentando insieme al partito un esposto alla Corte d’Appello di Roma relativo ai risultati anomali e abnormi di decine di sezioni elettorali di Buenos Aires, propedeutico a una successiva azione di tipo amministrativo e penale. Non è giusto continuare a macchiare la grande conquista rappresentata dal voto all’estero da episodi che nulla hanno a che vedere con l’onestà e la dignità degli italiani nel mondo. Per quanto mi riguarda, continuerò a lavorare con serietà e competenza con e per gli italiani del Sudamerica e del mondo, convinto che l’Italia di oggi e quella di domani hanno sempre più bisogno di questo straordinario tesoro. Un patrimonio da valorizzare, non da 'sfruttare' per finalità elettorali o interessi personali. Non dimentichiamolo mai!".

Nel selfie della Nissoli (prima a destra) alla Camera, Porta è il primo a sinistra seguito da Tacconi e Merlo.  Nella foto qui sopra a destra, la Alderisi, che ha parlato di “risultato" come "conseguenza di un lungo cammino costruito negli anni, passo dopo passo, sia in televisione attraverso i programmi 'Sportello Italia' (nel vodeo a sinistra in tervista il nostro direttore Pierluigi Spiezia nel 2007, ndr) e 'Cara Francesca' sia attraverso tantissimi incontri con le comunità italiane nel mondo in cui ho approfondito le tante tematiche di loro interesse. Ho lavorato con il cuore da sempre, anche quando il Senato non era nemmeno nei miei pensieri e con lo stesso cuore mi impegnerò a rappresentare i nostri connazionali che vogliono mantenere vivo e reale il contatto con l’Italia”. 

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=