Abruzzesi del Trentino a Malta per ricordare 3 grandi religiosi aquilani

Nel quadro delle attività culturali internazionali dell'attivissima Libera associazione abruzzesi Trentino Alto Adige, presieduta da Sergio Paolo Sciullo Della Rocca ("Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo"), ha organizzato un nuovo viaggio culturale a Malta per ricordare tre grandi religiosi abruzzesi: l’arcivescovo Davide Coccopalmeri (nell'immagine sotto a destra) e il vicario vescovile Benedetto Eliseo Coccopalmeri, entrambi di Pescocostanzo (L'Aquila), e il cardinale Federico Tedeschini di Antrodoco (oggi in provincia di Rieti, fino al 1927 nell'Aquilano). I tre religiosi operarono nell'isola mediterranea a favore della popolazione locale e sono stati tutti insigniti, tra l’altro, del titolo di Cavalieri di Malta. L’incontro commemorativo s'è tenuto nella Cattedrale di San Paolo di Medina (nella foto d'apertura) consacrata l'8 ottobre 1703 dall'arcivescovo Coccopalmeri nella cappella interna omonima dove monsignor Antony Cassar ha officiato una messa di suffragio con una speciale omelia per questi grandi uomini della terra d’Abruzzo.

Al termine della funzione religiosa è seguita quella prettamente storico culturale nel palazzo municipale di Medina, dove la delegazione è stata ricevuta dal sindaco Peter Sant Manduca, Joseph Patrick De Bono, Nicola Tombion e Dennis Francalanza che nel corso dei vari interventi hanno elogiato l’attività culturale svolta da molti anni dagli abruzzesi del Trentino a Malta. L’incontro ha visto in questa circostanza la partecipazione del presidente dell’Associazione culturale Lin Deljia Pasquale Chiuppi e quella del presidente del Comitato cittadino "18 maggio" Armando Nicoletti, intervenuti per sostenere anche in questa sede che venga riconosciuta la santità di Tedeschini loro concittadino per le singolari attività caritatevoli ed evangeliche svolte nella sua vita. Sciullo della Rocca nella sua replica di saluto alle autorità cittadine, ha detto: “Siamo particolarmente lieti di ricordare i nostri corregionali qui a Malta nell’'Anno europeo della Cultura', per meglio proteggere, valorizzare e salvaguardare il nostro patrimonio culturale” ricordando anche gli antichi legami nell’ambito del costume e della storia con Zeitun e la reciproca collaborazione nel settore dell’emigrazione dove ha voluto ricordare l’impegno di un grande collaboratore degli abruzzesi Lawrence Camilleri di Xaghra, recentemente scomparso, che per oltre 50 anni s'è sempre impegnato in prima persona nella difesa delle tradizioni e degli emigranti di Gozo e di Malta.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=