Premi "Martin" a Colanzi, D'Arcangelo, Di Lodovico, Maviglia, Puglielli e Scarza

Ad una settimana dall'inaugurazione della mostra del concorso artistico, domani sera, domenica 2 agosto, alle ore 21 in piazza Muzii a Pescara, si svolgerà un'altra tappa importante dell'ottavo Premio "Dean Martin", organizzato dalla Fondazione omonima, dall'assessorato agli Emigranti e Tradizioni Locali della Regione Abruzzo e dall'assessorato ai Pescaresi nel Mondo del Comune di Pescara. La serata, presentata da Pino Strabioli, regista e autore Rai e dalla giornalista Mila Cantagallo, racconterà altre sei pagine della straordinaria storia dell'emigrazione abruzzese e italiana nel mondo. La prima pagina di quest'opera sarà sempre il viaggio di Gaetano Crocetti, padre di Dean Martin, nome d'arte di Dino Paul Crocetti. La serata di premiazione sarà allietata da musica di qualità: ospiti illustri il tenore Nunzio Fazzini, Antonello Angiolillo, Mimmo Locasciulli e Candida D'Aurelio, bravissima cantante di fado portoghese (figlia d'arte, di Germano D'Aurelio in arte 'Nduccio). Saliranno sul palco anche gli attori Pierluigi Di Lallo e Tiziana Di Tonno (reduci dal grande successo del film "Ambo") e, quindi, lo straordinario repertorio dell'Orchestra "Dean Martin", diretta da Antonella De Angelis per narrare la storia del barbiere di Montesilvano (Pescara) partito nel 1913 e diventato quattro anni dopo padre del celebre crooner conosciuto in tutto il mondo. Gaetano Crocetti è il simbolo dell'emigrante abruzzese che ripercorre il suo viaggio simile a quello svolto da tantissimi corregionali che tra la fine dell'800 e i primi del 900 si imbarcarono da Napoli alla conquista del sogno americano.

Durante la serata verranno assegnati i Premi ad alcune personalità del mondo della cultura, dello spettacolo, dell'imprenditoria e della medicina: Rocco Colanzi (foto sotto a sinistra), imprenditore originario di Vasto (Chieti) emigrato da giovane in Bolivia, che a lavorato anche nelle foreste dell'Amazzonia. ha da poco fondato l'Associazione abruzzesi in Bolivia. Ildebrando D'Arcangelo (foto a destra), cantante lirico, una star in questo settore, che si è esibito nei più grandi teatri del mondo, nato a Pescara. Amedeo Di Lodovico (foto d'apertura), imprenditore originario di Teramo emigrato in Venezuela dove è anche editore del quotidiano "La Voce d'Italia" e presidente della Fondazione "Abruzzo solidale". Marcello Maviglia, nato ad Avezzano (L'Aquila), psichiatra nell'Università del New Mexico, lavora con il Center for native american health, occupandosi del trauma storico dei nativi americani. Daniela Puglielli (foto sotto a destra), nata a Caramanico (Pescara), ha lavorato sempre nel campo della promozione culturale, comunicazione e organizzazione di grandi eventi, è stata stretta collaboratrice dei sindaci di New York Rudolph Giuliani e Michael Bloomberg e di aziende come la Chrysler. Infine, Vincent Scarza, famoso regista e produttore cinematografico, televisivo e teatrale; suo padre era nato ad Appignano (Macerata). Scarza nella sua carriera ha scoperto numerosi artisti come la cantante Donna Summer. 
Durante la serata verranno inoltre consegnate due targhe alla carriera, al cantautore abruzzese Mimmo Locasciulli e all'artista Franco Summa, che è presidente della giuria del concorso "Dean Martin, dal sogno al mito", le cui delle opere potranno essere visitate fino al 9 agosto all'Aurum di Pescara. La mostra è curata da Silvia Moretta. "Il messaggio che lanciamo ogni anno nel Premio - spiega Alessandra Portinari, presidente della Fondazione - è quello di continuare a coltivare i propri sogni attraverso il talento e le proprie capacità per realizzare traguardi e obiettivi importanti nel posto dove siamo. Le storie degli emigrati che hanno lasciato il loro Paese e i loro affetti in cerca di fortuna sono incoraggianti per tutti e sono molto interessanti per riscoprire le nostre tradizioni e mantenere viva la storia della nostra regione. L'ottava edizione si svolge in una nuova location riqualificata e dalla connotazione europea: piazza Muzii, davanti al mercato è una zona a confine tra il centro e un quartiere attualmente popolato da numerosi extracomunitari.

"La Fondazione si occupa infatti non solo degli emigrati abruzzesi ma del fenomeno dell'immigrazione cercando di dialogare con le diverse culture. Un ringraziamento particolare all'assessore regionale Donato Di Matteo e all'assessore comunale Sandra Santavenere (che domani serà saranno presenti con altre autorità) che hanno creduto in questo progetto riconoscendo la valenza del Premio". Di Matteo, presidente del Cram Regione Abruzzo, ha annunciato che il Premio "Dean Martin" sarà istituzionalizzato.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=