Venezuela, aerei costeranno 5 volte di più. Debito a 4 miliardi dollari

Dal 1° luglio i venezuelani che vorranno viaggiare all’estero in aereo dovranno pagare fino a cinque volte di più il proprio biglietto in bolivar. Il presidente Nicolas Maduro ha, infatti, deciso di aumentare ulteriormente il tasso di cambio dei biglietti aerei da 11,30 a 50 bolivar per dollari. Maduro - che prosegue nella drammatica crisi economica, politica e sociale del Paese scatenatasi da quando è al governo del Venezuela - ha iniziato a negoziare il debito di quattro miliardi di dollari che ha con le compagnie aeree internazionali, alcune delle quali, come Alitalia, Lufhtansa e Air Canada, hanno già sospeso i voli. L’aumento del 354% dei prezzi è stato annunciato in una conferenza stampa congiunta del ministro del Trasporti Herbert García Plaza e del presidente dell’Associazione di linee aeree del Venezuela, Humberto FigueraI due hanno detto che “dal 1° luglio il governo fisserà il prezzo dei biglietti aerei in base al tasso del Sistema cambiario alternativo di amministrazione della valuta estera (Sicad II)”. Figuera ha citato l’esempio del tragitto Bogotá-Miami, che ha un costo di circa 600 dollari, mentre il volo Caracas-Miami circa 1200 dollari, ammettendo che “i prezzi che vediamo oggi per il mercato venezuelano sono il prodotto dell’elevato debito che il governo ha nei confronti delle compagnie di settore. Sono i più alti della regione”. In merito al debito del governo con le compagnie aeree straniere, Figuera ha ricordato che il ministro Garcia Plaza ha accettato di effettuare dei pagamenti parziali a sei (Aruba airlines, Tame Ecuador, Insel air, Aeromexico, Avianca e Taca airlines) delle 24 compagnie aeree verso cui si è accumulato il debito. “Queste (sei) sono quelle a cui il governo deve di meno e a queste il governo non darà tutto, ma solo una parte perché al momento non ha abbastanza dollari per onorare i suoi impegni". Le compagnie "accetteranno perché stanno con l’acqua alla gola”, ha aggiunto Figuera. L'enorme debito verso le compagnie aeree straniere deriva dal fatto che queste devono essere pagate dallo Stato in dollari, mentre la transazione d'acquisto nel Paese viene fatta in bolivares. L'inflazione in Venezuela è arrivata a quasi il 60% e la differenza del cambio parallelo di dollari ed euro è salito fino a 10 volte di più di quello ufficiale: da tempo c'è un sito che quota giornalmente il cambio parallelo del dollaro. In passato, fino a quando il governo ha bloccato la pratica proibendo alle agenzie di viaggio di vendere biglietti prepagati, acquistando biglietti aerei in Venezuela dall'estero, tramite parenti o amici di fiducia, si risparmiava fino a quattro volte. Per i venezuelani era anche un modo per acquistare valuta pregiata utile per viaggiare all'estero, visto che l'acquisto di dollari o euro è da tempo limitato e deve essere giustificato, anche per il pagamento di fatture estere di fornitori.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=