Pescara, 'Economy of Francesco': parti sociali per economia giusta e inclusiva

"The Economy of Francesco. I giovani, un patto, il futuro" è il titolo del convegno in programma a Pescara domani, domenica 1° marzo, alle ore 16, nella Biblioteca Diocesana "Carlo Maria Martini", in piazza dello Spirito Santo. L’iniziativa, che richiama esperienze da tutto l'Abruzzo, ha l’obiettivo di presentare l’evento internazionale "The Economy of Francesco", in programma nella città di Assisi (Perugia) dal 26 al 28 marzo 2020, una tre giorni a cui parteciperanno tremila giovani economisti, imprenditori e "change makers" (agenti del cambiamento) provenienti da tutto il mondo, invitati da Papa Francesco per avviare un processo di cambiamento globale affinché l’economia di oggi e di domani sia più giusta, inclusiva e sostenibile.

Dopo i saluti di Carlo Masci, sindaco di Pescara (nella foto qui sotto in Vaticano, ricevuto pochi giorni fa dal Pontefice), interverrà Fabio Reali, consigliere dell'Associazione italiana imprenditori per un'economia di comunione (Aipec) e del PhD - Istituto universitario “Sophia” – Loppiano (Firenze). Reali (al centro, nella foto a destra scattata a L'Avana), ha rappresentato un mese fa l'Aipec nella stesso evento cubano. Seguirà l'intervento di monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo della Diocesi Pescara-Penne, e Domenico Sturabotti direttore di Symbola, Fondazione delle Qualità italiane. Modererà l’evento Antonella Allegrino, imprenditrice e presidente della onlus "Domenico Allegrino" (nella foto in fondo a destra, è a fianco di Valentinetti mentre interviene a un convegno).

Esperienze imprenditoriali e associative sul tema sono di Mirella Sansiviero, referente Aipec Abruzzo, Federico Fioriti di Innovalley, Pasquale Elia, presidente dell’Associazione Erga Omnes, Andrea Conte in rappresentanza di EcoOne, rete internazionale di esperti e professionisti nelle scienze ambientalAd organizzare la tappa abruzzese, insieme alle associazioni ed enti sopracitati, anche il Movimento dei Focolari - Abruzzo.

La proposta di Francesco, come scritto nella sua lettera del 1° maggio 2019è di stringere con i giovani un “patto per cambiare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani”. Perché sia “più giusta, inclusiva e sostenibile, senza lasciare nessuno indietro”. L'evento di Assisi è organizzato da un Comitato composto dalla Diocesi e dal Comune di Assisi, dall’Istituto Serafico e da "Economia di Comunione". All’evento umbro, rivolto ai giovani, si svolgerà un incontro parallelo a Perugia, dal 27 al 29 marzo 2020, una possibilità per tutti coloro che non possono partecipare direttamente all’"Economy of Francesco" (per limiti di età e logistica) ma vogliono esser parte di questo processo innescato, seguendo e sostenendo da vicino il lavoro degli under 35 riuniti ad Assisi.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=