Turismo, da settembre fatture Tax Free solo in formato digitale

È alle porte una rivoluzione del settore "tax free" volta a semplificare il processo di rimborso per i turisti extracomunitari in visita in Italia: dal 1 settembre è entrato in vigore il sistema digitale "Otello 2.0", l'Online tax refund at exit: light lane optimization (rimborso delle tasse online all'uscita: ottimizzazione della corsia leggera) definito dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che comporterà l'obbligo di emissione in modalità digitale delle fatture "Tax free shopping". Lo ricordano in un comunicato congiunto Global Blue, Planet e Tax Refund, i tre principali operatori di servizi "tax free shopping".

"L`avvio di Otello 2.0 è un cambiamento storico per il nostro settore che coinvolge decine di migliaia di negozi in Italia, dai grandi brand ai piccoli negozianti", spiega Sara Bernabè, general manager in Italia di Planet - È stato un lavoro intenso, durato anni, che abbiamo fortemente voluto e che ci ha visti insieme, come principali operatori del settore, in prima linea in tutti i passaggi che si sono succeduti per giungere a questo risultato. Abbiamo tutti compiuto un grande sforzo, in investimenti e innovazione".

Stefano Rizzi, country manager di Global Blue Italia (nella foto qui sotto a sinistra) aggiunge: "Da quasi un anno, quando nell`ottobre scorso si è aperta la fase di sperimentazione, ognuno di noi lavora incessantemente sul versante tecnologico. Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, ci siamo dotati di tutti gli strumenti per dialogare con il sistema Otello, strumenti che mettiamo a disposizione di commercianti e partner affinché possano dare facilmente attuazione alle nuove regole. Perché sappiamo quanto sia importante per i globe shopper che scelgono l`Italia poter contare su innovative procedure di rimborso dell`Iva".

Emanuele Pangrazi, ad di Tax Refund: "Siamo, come sempre, pronti a fornire il nostro supporto a negozianti e turisti in questa fase di cambiamento fondamentale. Il nuovo sistema digitale consentirà ai turisti di non doversi più preoccupare dei moduli cartacei ma solo del proprio passaporto, ai commercianti di aumentare le proprie vendite e alle istituzioni di effettuare in modo efficiente i necessari controlli per ridurre le frodi Iva e i costi connessi alle ispezioni doganali. Siamo certi che l`intero settore turistico beneficerà della transazione al nuovo sistema".
I tre operatori sottolineano di aver predisposto ogni necessaria risorsa per gestire al meglio gli eventuali disagi, che potrebbero verificarsi nel tentativo di completare il processo di "Tax free shopping". Queste eventuali problematiche non sono controllabili dagli operatori, ma potrebbero derivare dalle difficoltà che soprattutto i piccoli e medi commercianti italiani hanno riscontrato nell'adeguarsi al nuovo sistema.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=