Turismo greco senza crisi. Nel "day after" NoEuro volo Balkan pieno pure a Pescara

La Grecia turistica non conosce crisi e, visto il terrore Isis che regna in ormai ex paradisi come Tunisia ed Egitto, il Paese ellenico addirittura aumenta le presenze dei vacanzieri in questa estate 2015. Nel "day after" del referendum in cui i greci hanno deciso di voler uscire dall'euro, il tour operator Balkan Express inaugura il volo charter Pescara-Corfu e il 16 luglio anche quello Pescara-Mykonos. Il Boing 737 messo a disposizione dalla MistralAir di Poste Italiane (foto a destra) è partito poco fa da Pescara pieno come pieno sarà anche il successivo di lunedì prossimo.

Igor Asciutto, direttore della Balkan, ha dichiarato un mese fa al quotidiano "Il Fatto" che la sua società - che opera da vari aeroporti del centro-sud Italia - i voli per la Grecia li ha addirittura raddoppiati e ai turisti low-cost, spaventati dal terrorismo nordafricano, scelgono quindi l’Egeo per le vacanze 2015 di fronte a casa. “Vi era un certo timore che i fatti della crisi economica potessero scoraggiare alcuni vacanzieri - aveva detto Asciutto al giornale - ma al momento non registriamo cancellazioni. Stiamo monitorando il settore quotidianamente e devo dire che abbiamo deciso di raddoppiare i voli per Corfù, Zante e Rodi”. L'anno scorso in Grecia sono andati in vacanza ben venti milioni di turisti, un numero destinato a salire ad almeno 25 quest'anno.

All'aeroporto di Pescara, in un pomeriggio di luglio afoso, 140 turisti sono, dunque, partiti per Corfù  (in foto d'apertura l'aeroporto) al prezzo di 164 euro andato e ritorno mentre il volo per Mykonos costerà 252 euro. Sul sito Balkan è possibile acquistare anche pacchetti con hotel. Nelle fasi di check-in di questa giornata speciale i turisti sono stati assistiti direttamente dai dirigenti sia della Balkan sia dell'aeroporto. "Pensavamo a un esordio positivo ma mai e poi mai ci immaginavamo il tutto esaurito", ha detto Emidio Isidoro, ex pilota comandante di volo e attuale consigliere di amministrazione della Saga, la società di gestione aeroportuale. "I turisti hanno dato fiducia alla Grecia", ha detto Elena Nugnes della Balkan Express. Euro o dracma per gli stranieri non fa differenza, anzi se Atene tornerà alla sua vecchia moneta, l'euro diventerà moneta forte in Grecia e la destinazione ellenica diventerà ancora più economica rispetto a oggi.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=