Schiavulli a Teramo per raccontare i grandi conflitti: da Afghanistan a Venezuela

Ha vissuto a Baghdad (Iraq) travestendosi da sunnita o sciita a seconda delle esigenze, ha aiutato a partorire una donna palestinese ad un posto di blocco israeliano, ha vissuto quattro anni a Gerusalemme (Israele) ma il paese che le ha preso il cuore è l’Afghanistan. Barbara Schiavulli (nella foto d'apertura) è una corrispondente di guerra e una scrittrice, da giornalista free-lance ha collaborato con i network di tutto il mondo ed è una presenza costante al Festival internazionale del Giornalismo che si è appena concluso a Perugia.

Grazie al Circolo culturale Chaikhana di Roseto degli Abruzzi (Teramo) e all’onlus Ali (Associazione latinoamericani in Italia), la Schiavulli sabato 13 aprile sarà a Teramo, al polo liceale “Melchiorre Delfico” di piazza Dante per incontrare gli studenti e parlare della "Crisi in Venezuela e altre guerre”. L’appuntamento è per le ore 11,30 e l’incontro è aperto al pubblico. Modererà la giornalista Pina Manente.

La Schiavulli è delle poche donne giornaliste che segue i conflitti e spesso lo fa raccogliendo attraverso il crowdfunding i fondi che servono per i suoi reportage. Ha fondato insieme ad Alessia CerantolaRadio Bullets (di cui è direttrice). Testata giornalistica online che, si legge sul sito web, “nasce alle fine del 2015 su un sogno quello di ritrovare la qualità di un mestiere dove indipendenza, competenza, passione e impegno sono alla base di una professione che dovrebbe essere garanzia per chi legge, ma soprattutto ci sono tante notizie che non trovano spazio nei media tradizionali. Di Esteri si parla poco in Italia e noi invece, crediamo che conoscere quello che ci circonda, ci permetta di capire anche il nostro paese. Per farlo ci vuole continuità, approfondimento, studio e tempo”.

Negli ultimi vent'anni la giornalista ospite a Teramo ha seguito tutti i fronti “caldi” come Iraq e Afghanistan, Israele, Palestina, Pakistan, Yemen, Sudan e Venezuela, dov'è stata di recente. I suoi articoli sono apparsi, tra gli altri, sui giornali "Il Fatto Quotidiano", "La Repubblica", "Avvenire" e "L'Espresso".

La Schiavulli ha collaborato con Radio 24, Radio Rai, Radio Popolare, Radio Svizzera Italiana e le tv Rai1 (nella foto a destra in collegamento da Caracas per "Uno mattina" lo scorso febbraio), Rai News 24, Sky Tg24, La7 e la Tv svizzera italiana. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Lucchetta (2007), il Premio "Antonio Russo" (2008), il Premio "Maria Grazia Cutuli" (2010) e il Premio "Enzo Baldoni" (2014).

Ha pubblicato i libri "Le farfalle non muoiono in cielo" (La Meridiana, 2005), "Guerra e guerra" (Garzanti, 2010), "La guerra dentro" (2013) e "Bulletproof diaries. Storie di una reporter di guerra" (2016).

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=