25/4, Mattarella in Abruzzo per Brigata Maiella. Visiterà Palazzo Tilli a Casoli

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scelto l'Abruzzo per celebrare la 72ma festività del 25 aprile, anniversario della Liberazione dell'Italia dal nazi-fascismo, omaggiando la Brigata Maiella. Mattarella (nella foto d'apertura, l'anno scorso a Carpi, nel Modnese, accolto da tanti bambini) farà visita a Taranta Peligna e a Casoli (Chieti). Quest'ultimo è il paese dove la Brigata Maiella fu fondata nel 1943, accoglierà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la festa della Liberazione. Il programma della giornata del Capo dello Stato comincerà alle 9 all’Altare della Patria, a Roma, dove depositerà una corona sulla tomba del Milite ignoto. Subito dopo partirà in elicottero verso Taranta Peligna. Qui depositerà un’altra corona di fiori al Sacrario di guerra della Brigata Maiella e da lì si trasferirà a Casoli. La prima tappa sarà la visita privata al Castello ducale, nella “sala Wigram”, allestita qualche anno fa dal Comune per ricordare il maggiore inglese Lionel Wigram che nel dicembre 1943 perorò la causa dei patrioti della Majella guidati da Ettore Troilo.

Ci sono foto d’epoca che ritraggono Wigram (morto poi in battaglia a Pizzoferrato, sempre nel Chietino, pochi mesi dopo), alcuni patrioti e soldati neozelandesi di stanza a Casoli già dai primi di dicembre di quell’anno. Dal Castello Mattarella sarà accompagnato al campo di concentramento fascista, dove sorge la "Piazza della Memoria" recentemente inaugurata, luogo della memoria dove furono costretti ebrei e slavi dal 1940 al 1944, per visitare i tre locali del campo: l’ex-municipio con una lapide che ricorda l’ultima residenza nota degli internati ebrei, una decina dei quali finì ad Auschwitz, e, quindi le cantine e la dependance di Palazzo Tilli, restaurato e riaperto l'anno scorso dall'imprenditrice Antonella Allegrino (nostro editore). Mattarella farà visita anche alla cappella privata del Palazzo sullo stesso piano terra in cui è conservata la porta originale di una delle due latrine che presenta ancora un messaggio in inglese lasciato da un soldato britannico. Nella foto qui a destra, l'atrio del Palazzo, in occasione delle "Memorie" con i casolani la scorsa estate, organizzata dalla Allegrino (di spalle ascolta le testimonianze). Nella foto qui sotto a sinistra, il salone del Palazzo che Mattarella visiterà.

"E’ un onore per tutti noi ricevere il presidente Mattarella a Palazzo Tilli il 25 aprile - fa sapere la Allegrino - una giornata così significativa per la storia del nostro Paese. Una visita che il Presidente farà in Abruzzo per omaggiare la Brigata Maiella e per ripercorrere i luoghi della memoria, come le cantine e la dependance di Palazzo Tilli, che furono campi di internamento dal ’40 al ’43. Luoghi che ho restituito alla cittadinanza attraverso un lunga e meticolosa opera di ristrutturazione fatta con un grande rispetto per quello che Palazzo Tilli ha rappresentato per Casoli, per l'Abruzzo e per l'Italia. Accogliervi il Presidente e ricordare la storia, le sofferenze e il sacrificio di chi ha combattuto in nome della libertà e della democrazia, sarà una grandissima emozione ma anche un riconoscimento al lavoro di chi opera per preservare la memoria del nostro Paese. Luoghi, racconti e testimonianze che costituiscono un patrimonio da custodire e consegnare alle giovani generazioni per far comprendere il valore della nostra Costituzione come disse, nel 1955, Pietro Calamandrei in uno dei suoi discorsi agli studenti universitari: 'Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati.

 

"Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità,  andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra Costituzione".

A fare da da guida a Mattarella sarà Giuseppe Lorentini, giovane studioso e ricercatore di questo periodo storico casolano, la cui documentazione è custodita nel sito Campocasoli.org. Il Presidente della Repubblica incontrerà alcuni ex-partigiani “maiellini” testimoni viventi di quella incredibile avventura e poco dopo ripartirà per Roma. Il sindaco di Casoli, Massimo Tiberini, (nel video a destra è con la Allegrino, in occasione dell'inaugurazione della "Piazza della Memoria") è emozionato per questa giornata storica che vivrà il suo Comune, che "corona un percorso di rivisitazione e valorizzazione culturale di quanto accaduto nel nostro territorio 75 e più anni fa. L’importante è non dimenticare".

 

 

 

Ad accogliere Mattarella in Abruzzo, oltre ai sindaci Tiberini e Marcello Di Martino, ci saranno, fra gli altri, il prefetto di Chieti Antonio Corona, il presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso (nella foto qui a sinistra, col Capo dello Stato al Quirinale, di cui è amico) e il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura (Csm) Giovanni Legnini. Mattarella sarà accompagnato dal vicepresidente della Camera dei deputati Mara  Carfagna e dal giornalista e storico Marco  Patricelli.

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=