'Con Tatto', ad Aurum Pescara sculture per vedenti e non vedenti di Meomartino

Accarezzare la pietra della Maiella seguendo linee morbide e fluide per immaginare con gli occhi dell’anima. Sarà l’esperienza sensoriale che potranno fare i non vedenti (ma anche i vedenti) visitando  “Con Tatto”, mostra di sculture realizzate dall'artista Michele Meomartino (nella foto d'apertura con un'opera esposta e, sotto a destra, una seconda), che sarà inaugurata domani, domenica 3 dicembre - in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità - alle ore 17, all’Aurum di Pescara. L’esposizione rientra nelle iniziative promosse dall’Assessorato alle Politiche sociali e alle Pari opportunità di Pescara nell’ambito del progetto "Solidarietà fa sport", ideato per sensibilizzare la cittadinanza su tutte le forme di disabilità: fisica, psichica, intellettiva e relazionale, sensoriale e relazionale.

“Dopo gli incontri organizzati nelle scuole e la mappatura delle barriere architettoniche, che ci hanno consentito di coinvolgere nella campagna di sensibilizzazione circa tremila studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, abbiamo pensato a questa mostra per celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità - spiega l’assessore Antonella Allegrino (nella foto a destra, con Tonino Natarelli, presidente della Commissione consiliare Politiche sociali, durante la presentazione della seconfa fase di "Solidarietà fa sport", dove fu presentata anche la mostra "Con Tatto") - L’esperienza sensoriale consentirà ai non vedenti di scoprire, utilizzando il tatto, ogni dettaglio delle opere, valutarne l’estetica e le forme e apprezzare la creatività dell’artista. Emozioni e sensazioni che saranno condivise con chi può vedere, in un incontro all’insegna dell’inclusione e dell’integrazione”.

Meomartino rivela  che "In alcuni giorni si potrà visitare la mostra anche al buio, accompagnati dai non vedenti della sezione abruzzese dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti. I visitatori, inoltre, avranno la possibilità di toccare con mano le sculture, di ascoltare un sottofondo musicale e di odorare essenze floreali con il chiaro intento di creare un’atmosfera coinvolgente. Un approccio multisensoriale che ha l’obiettivo di suscitare emozioni e generare bellezza nell’animo di ciascuno”.

La mostra, che è realizzata in collaborazione con l’associazione Olis e gode del patrocinio dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, verrà allestita nella sala Cascella e resterà aperta fino al 15 dicembre, con il seguente orario: dalle ore 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 19,30. L’ingresso è libero

Chi è Michele Meomartino

Pugliese di nascita e abruzzese di adozione, Meomartino vive in campagna a Montesilvano (Pescara). La sua passione giovanile è stata il calcio che ha praticato con discreto profitto militando anche tra i professionisti. A 29 anni la svolta professionale: inizia una dura gavetta in bottega, sotto la guida del maestro Amerigo Costantini, dove impara la tecnica e l’organizzazione dell’arte scultorea. Ha organizzato personalmente e partecipato a molte mostre d’arte. Partecipa e collabora attivamente in diverse associazioni e reti, locali e nazionali. Fondatore e coordinatore della Rete olistica Italiana. Ideatore e organizzatore di alcuni Festival che si svolgono in Italia. Grande appassionato di cucina naturale, ama preparare per i suoi amici gustosi piatti a base di erbe spontanee che conosce e raccoglie vicino casa. Curatore di collane olistiche e autore di "reading multimediali". Ha scritto diversi libri.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=