Brasile, arrestato per corruzione ex presidente Temer. Estradò Battisti

L'ex presidente brasiliano Michel Temer è stato arrestato nell'ambito di un'inchiesta che lo vede accusato di corruzione. L'ex capo dello Stato fino al 31 dicembre scorso (fra le ultime sue iniziative l'estradizione verso l'Italia di Cesare Battisti) avrebbe intascato una grossa tangente, l'equivalente di 300mila dollari, dalla multinazionale Odebrecht. Temer - subentrato alla presidenza del più grande Paese sudamericano come vice della destituita Dilma Rousseffè l'ultima vittima illustre dello scandalo di corruzione "Lava-jato", l'inchiesta sulle tangenti nelle opere pubbliche già costata la condanna a 12 anni di carcere a un altro ex capo dello Stato, Luiz Inacio Lula da Silva.

Come riporta il quotidiano brasiliano "O Globo", l'arresto di Temer (nella foto d'apertura del quotidiano brasiliano) è avvenuto in seguito alle rivelazioni di un imprenditore coinvolto nello scandalo, José Antunes Sobrinho, e di un alto dirigente del partito di Temer, Lucio FunaroOltre all'ex presidente la polizia federale ha arrestato anche l'ex ministro dell'Energia, Wellington Moreira Franco. Secondo quanto riferito da Antunes ai magistrato fra il 2013 e il 2104 l'imprenditore venne ripetutamente cercato da Temer perché contribuisse alle casse del suo partito Pmdb in cambio di appalti favorevoli. Di fatto, Temer è coinvolto in almeno otte diverse inchieste in corso oltre a quella per la quale è stato emesso il mandato di cattura: i reatri presunti comprendono ricilaggio, fatture false, fianaziamenti illeciti e appalti pilotati. 

Temer col suo Mdb era stato alleato di coalizione del Pt della Rousseff e Lula, prima di guidare la campagna per l'impeachment contro la prima presidente donna del Brasile, un vero e proprio "golpe bianco" se fosse vero quanto stando ai media brasiliani emergerebbe dalle carte - un fiume di denaro destinato all'acquisto del voto di deputati e senatori poco convinti .

Temer ha lasciato l'incarico il primo gennaio scorso, dopo l'elezione dell'esponente dell'ultradestra Jair Bolsonaro (i due nella foto a destra, al momento del passaggio di fascia). Già assai criticato durante il suo mandato, Temer non era stato rieletto in Parlamento e pertanto non godeva più dell'immunità parlamentare.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=