Venezuela, Usa: 'Maduro ha i giorni contati'. Cento militari disertano a confini

  • Stampa

Dopo il duello dei concerti musicali fra Juan Guaidò e Nicolas Maduro e soprattutto scontri a fuoco che hanno provocato quattro morti e 300 feriti e incendi di camion carichi di aiuti umanitari al confine con la Colombia, è tornata la calma alle frontiere del Venezuela. Camion che sono stati bruciati o bloccati perché secondo il regime invece che aiuti contengono armi. 

Non si placa, invece, la pressione internazionale sul governo di Maduro, i cui "giorni sono contati" secondo gli Stati Uniti. Dopo aver bollato il presidente chavista come "il peggiore dei peggiori tiranni", il segretario di stato americano Mike Pompeo si è detto "certo che, grazie ai venezuelani, i giorni di Maduro sono contati".
Guaidò (nella foto d'apertura, al confine sopra un camion), autoproclamatosi presidente ad interim e riconosciuto come tale da numerose nazioni (Italia esclusa col giallo-verde spaccato), oggi ha invitato la comunità internazionale a prendere in considerazione "ogni misura per liberare" il Venezuela. Guaidò ha poi annunciato che domani parteciperà alla riunione del "Gruppo di Lima", dove sarà presente anche il vicepresidente americano Mike Pence, "per discutere delle possibili azioni diplomatiche". Da parte sua, l'Unione europea ha condannato l'uso della violenza e il ricorso a gruppi armati da parte del governo di Maduro per bloccare gli aiuti umanitari, annunciando l'intenzione di incrementare l'assistenza alla popolazione. L'opposizione si era mobilitata sul versante colombiano del confine per far entrare in Venezuela gli aiuti umanitari americani. Tra questi anche il deputato socialdemocratico Freddy Superlano, ricoverato nella città colombiana di Cucuta dopo essere stato avvelenato con una sostanza nota come "burundanga", che ha causato invece la morte del suo assistente. L'opposizione ha chiesto di indagare. Intanto la Colombia ha riferito di aver accolto poco più di un centinaio di membri delle forze armate venezuelane che hanno approfittato della confusione al confine per disertare, così come ha fatto il Brasile, che ha accolto altri due militari.

e-max.it: your social media marketing partner