Venezuela, 100 mln di aiuti da 25 paesi. Curaçao nodo scambio grazie a Olanda

Venticinque paesi hanno promesso aiuti per cento milioni di dollari al Venezuela, dove ci sono carenze di cibo e malnutrizione. Lo ha annunciato il consigliere alla sicurezza degli Stati Uniti, John Bolton. L'annuncio è arrivato dopo una conferenza dell'Organizzazione degli stati americani (Osa / Oea) a Washington (Usa).
"Oggi 25 Paesi, riuniti durante la conferenza sull'assistenza umanitaria in Venezuela organizzata dall'Oea, hanno promesso 100 milioni di dollari", ha scritto su Twitter.
Secondo David Smolanksy, coordinatore di un gruppo di lavoro dell'Oea sulle migrazioni e i rifugiati del Venezuela (nella foto d'apertura è a destra, col presidente della Colombia Ivan Duque), questi fondi andranno direttamente a centri di raccolta aiuti allestiti nei pressi delle frontiere del Venezuela, in Brasile, in Colombia e a Curacao, l'isola olandese al largo delle costa venezuelana. 

L'Olanda creerà infatti un nodo di scambio per gli aiuti umanitari destinati al Venezuela nell'isola caraibica, turisticamente molto gettonata dai venezuelani abbienti (sempre meno): lo ha reso noto il ministro degli Esteri olandese, Stef Blok (nella foto a fianco, è a sinistra col suo omologo italiano Enzo Moavero Milanesi). L'Olanda è uno dei paesi che ha riconosciuto Juan Guaidò come presidente ad interim venezuelano.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=