Argentina, ex presidente Kirchner rinviata giudizio per corruzione

L'ex presidente argentina e attuale senatrice Cristina Fernandez de Kirchner (nella foto), che è stata accusata di aver ricevuto decine di milioni di dollari in tangenti durante il suo mandato, andrà a processo per corruzione. L'ha confermato ieri una corte federale. La Kirchner è accusata di aver guidato una rete criminale collegata ai famigerati "block notes della corruzione", uno scandalo rivelato grazie ai meticolosi appunti su milioni i dollari pagati da uomini d'affari a funzionari del governo attraverso un autista ministeriale.

La Corte d'appello ha confermato la decisione presa nel settembre scorso dal giudice Claudio Bonadio che accusa l'ex presidente del Paese sudamericano di essere stata la responsabile, insieme al marito Nestor Kirchner, presidente prima della moglie dal 2003 al 2007, considerato il "cervello" di un sistema quantificato in 160 milioni di dollari di tangenti. Il tribunale ha anche ordinato di mettere sotto sequestro beni della politica per un miliardo e mezzo di pesos, pari a 38 milioni di dollari. La Fernandez gode dell'immunità parlamentare e non può al momento essere arrestata.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=