Venezuela, Corte Suprema ordina arresto dell'ex presidente Borges in esilio

La Corte Suprema del Venezuela ha ordinato l'arresto di Julio Borges, ex presidente del parlamento (in realtà presidente tuttora di un parlamento annullato perché in mano all'opposizione) oggi in esilio in Colombia, e ha avviato un procedimento per processarlo, nel pieno dell'offensiva contro l'opposizione che il presidente Nicolas Maduro accusa di aver tentato di assassinarloLa Corte si è inoltre dichiarata favorevole a "procedimenti" a carico del deputato Juan Requesens, 29 anni, che ha militato insieme con Borges (a sinistra col Requesens nella foto) nel partito (d'opposizione) Primero Justicia. Requesens e stato arrestato martedì perché anche lui coinvolto, secondo Maduro, nel tentativo di "magnicidio", vale a dire l'omicidio di una personalità di alto rango, secondo l'espressione utilizzata dal procuratore Tarek William Saab (sanzionato a livello internazionale insieme, fra gli altri, al presidente della Corte Suprema Maikel Moreno).

L'attacco con droni carichi di esplosivo aveva, secondo il governo chavista, l'obiettivo di uccidere il capo dello Stato sabato durante una parata militare a Caracas. Per l'opposizione e alcuni osservatori internazionali, l'attacco sarebbe, invece, una sceneggiata di Maduro per poter accusare avversari politici dentro e fuori il Paese, con gli arresti decisi da organismi che dovrebbero essere terzi e che invece sono completamente asserviti al regime chavista.

Secondo il procuratore (nella foto a fianco è a destra col defunto presidente Hugo Chavez, entrambi con le camice rosse dei militanti chavisti) - che un anno fa ha sostituito la destituita Luisa Ortega (nominata da Chavez ma diventata antichavista) - sono complessivamente 19 le persone "direttamente legate" a questo attentato che, secondo il governo, è stato organizzato a Chinacota, in Colombia, da persone che hanno ricevuto 50 milioni di dollari.

Borges ha ritirato con Antonio Ledezma, ex sindaco di Caracas, il Premio Sacharov lo scorso dicembre al Parlamento europeo.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=