Sudafrica, 100 anni fa nasceva Mandela, fra gli ospiti Obama e Renzi

  • Stampa

Il Sudafrica ricorda in questi giorni Nelson Mandela, che ieri avrebbe compiuto 100 anni, con una marcia guidata dalla vedova Graca Machel e un forum di circa 200 giovani leader africani, provenienti da 44 paesi, diretto dall'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama (nella foto d'archivio, con Mandela). In occasione del "Mandela day", che ogni anno ricorda la nascita di "Madiba" avvenuta il 18 luglio 1918, la Fondazione Mandela ha invitato ad "agire, ispirare il cambiamento, a far sì che ogni giorno sia un Mandela day".
Nel discorso tenuto nello stadio di Johannesburg davanti a circa 15mila persone, Obama, reduce dal "suo" Kenya, ha ricordato "l'ondata di speranza che aveva travolto il mondo" in occasione del rilascio di Mandela, il 2 febbraio 1990, dopo 27 anni di prigionia. Quattro anni dopo, Mandela divenne il primo presidente nero del Sudafrica, carica che ricoprì fino al 1999. "Grazie al suo sacrificio e alla sua leadership risoluta, e forse ancor di più grazie al suo esempio morale, Mandela (...) ha personalizzato le aspirazioni dei diseredati", ha detto Obama nel suo omaggio a un "gigante della storia", che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1993 per essere riuscito, da uomo libero e primo capo di Stato nero del suo Paese, a garantire la pacificazione in Sudafrica. No era affatto facile fra i bianchi, minoranza ma per anni al potere segregazionista dell'Apartheid, e i neri, stragrande maggioranza ma per decenni cittadini, appunti segregati, di serie B. Mandela, ha aggiunto Obama, "mostra a quanti di noi credono nella libertà e nella democrazia che dobbiamo combattere ancora più duramente per ridurre la povertà". 

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, al potere dallo scorso febbraio, ha fatto sapere che donerà in beneficenza metà del suo stipendio, invitando altri a fare altrettanto. "Ci ha condotto dalla ferocia del conflitto e dell'oppressione alla terra promessa, una terra di libertà, democrazia e uguaglianza", ha affermato il presidente che trascorrerà la giornata a Mvezo, luogo natale di Madiba, inaugurando anche una clinica. La Graca, vedova di Mandela, guiderà una breve marcia a Johannesburg, verso la Corte costituzionale, luogo altamente simbolico, nata nel 1994 nel rispetto di quanto previsto dalla prima costituzione democratica del Paese. 

Fra i tanti invitati al "Mandela day" anche l'ex premier italiano Matteo Renzi, ex sindaco di Firenze, città dove c'è la Mandela Foundation e la riproduzione della cella dove l'ex presidente sudafricano è stato imprigionato da oppositore al regime. Renzi incontrò Madiba nel 2012 a Johannesburg (nella foto qui a destra).

e-max.it: your social media marketing partner