Kenya, Obama visita famiglia e inaugura centro per giovani della sorella

L'ex presidente americano Barack Obama ha raccontato aneddoti sulla sua famiglia in Kenya nella visita fatta ieri a Kogelo, nell'Ovest del Paese africano, per inaugurare il centro "Sauti Kuu" ideato dalla sorellastra Auma Obama (nella foto d'apertura, col fratello e alcuni ragazzi del centro) a favore dei giovani. Obama è al suo primo viaggio nel Paese natale del padre (Barack Hussein Obama) dal 2015, quando, da presidente, non aveva potuto visitare il villaggio perché l'aereo presidenziale era troppo grande per atterrare a Kisumu, sulle rive del Lago Vittoria, come ha raccontato ieri.
"E' una grande gioia essere di nuovo con così tante persone che sono una famiglia per me e con così tante persone che affermano di essere una famiglia. Tutti sono cugini!" ha scherzato.

 

 

 

Nella mattinata Obama ha visitato la matriarca della famiglia in Kenya, Sarah Ogwel Onyango (96 anni, nella foto qui a destra col popolare nipote), che l'ex presidente Usa chiama "Nonna", nel villaggio di Kogelo dove suo padre è nato ed è sepolto, quindi ha partecipato all'inaugurazione del centro della sorellastra, ricordando il suo primo viaggio in Kenya, quando aveva 27 anni. Da Nairobi prese "un treno molto lento", quindi un autobus "con alcune galline in grembo e alcune patate dolci schiacciate ai fianchi", infine un matatu (minibus) "ancora più affollato dell'autobus", per arrivare a casa di "Mama" Sarah. L'ex presidente democratico - il primo afroamericano alla Casa Bianca nella storia degli Stati Uniti nonché il più votato di sempre - ha ricordato di aver dovuto catturare un pollo per la cena, che non ebbe il coraggio di uccidere, di aver visitato la tomba di suo padre e di aver preso il sole. "E ho guardato le stelle e (...) mi ha dato una sensazione di pienezza che nessun hotel a cinque stelle mi ha mai dato", ha ricordato. 

Riguardo al centro voluto dalla sorellastra, ribattezzato Sauti Kuu ("Voci forti", in swahili), Obama ha detto di non poter essere "più orgoglioso di ciò che ha costruito". L'ex presidente ha spiegato che il centro ultra-moderno permetterà ai ragazzi della regione di avere accesso a libri, internet e attività sportive. Potranno seguire corsi di educazione civica, di finanza, difesa dell'ambiente o etica del lavoro. Il centro è dotato di un campo da calcio di standard internazionale, sostenuto dalla Cooperazione internazionale della Germania, di un campo da basket finanziato dalla Fondazione Giants of Africa (giganti d'Africa), così come di un campo di pallavolo e altre strutture, tra cui una biblioteca e un laboratorio internet.

Obama è arrivato ieri a Nairobi, dove ha incontrato il presidente Uhuru Kenyatta (nella foto qui a sinistra, con l'ospite e la sorellastra) e il leader dell'opposizione, Raila Odinga. Dopo la tappa in Kenya Obama è già in Sudafrica per tenere un discorso in occasione del 100mo anniversario della nascita di Nelson Mandela, il 18 luglio.

 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=