Ecuador, mandato d'arresto per l'ex presidente Correa

Un tribunale ecuadoriano ha ordinato l'arresto dell'ex presidente Rafael Correa, che vive ora a Bruxelles (Belgio), con l'accusa di aver partecipato al rapimento di un oppositore. La Corte nazionale di giustizia ha reso noto che la giudice Daniella Camacho "ha deciso di imporre la carcerazione preventiva" e ha allertato l'Interpol. Correa, presidente dal 2007 al 2017, è stato uno dei personaggi più esuberanti della vita politica sudamericana. Oggi vive in Belgio, dove è nata la moglie, ma è sotto inchiesta in patria per il rapimento dell'ex parlamentare Fernando Balda nel 2012. Correa ha messo in questione le motivazioni dell'inchiesta, nel pieno della lotta con l'ex alleato (oggi presidente del Paese sudamericano) Lenin Moreno (con Correa, in carrozzina perché disabile, nella foto d'apertura), per il controllo del partito di governo Alleanza Paese. Balda si considerava perseguitato sotto il governo Correa. A giugno un magistrato ha ordinato all'ex presidente di comparire in tribunale ogni due settimane per collaborare all'indagine. La prima apparizione doveva essere ieri, quando Correa s'è presentato al consolato ecuadoriano a Bruxelles "per rispettare la misura precauzionale imposta dal collegamento illecito e illegittimo alla cosiddetta inchiesta Balda", ha scritto su Twitter. Correa su Twitter ha affermato di non avere alcun legame con il rapimento. "Non so a cosa mi colleghino, o a chi. Forse potranno ottenere qualche falsa testimonianza, ma non potranno provare nulla, perché non c'è nulla". A febbraio gli ecuadoriani hanno votato in un referendum sul mandato presidenziale per impedire a Correa di ricandidarsi nel 2021.
Un risultato che è una vittoria per Moreno nella lotta con Correa, il quale nei suoi dieci anni al potere ha introdotto vigorose riforme, aumentato la spesa sociale, ridotto i profitti delle compagnie petrolifere e sospeso il rimborso di alcuni debiti che considerava illegittimi. Dalla sua elezioni lo scorso anno, Moreno ha operato un sistematico smantellamento dell'eredità di sinistra del suo predecessore, aprendo agli imprenditori e alla destra. La Rivoluzione di Correa è stata definita "un modello" da Beppe Grillo, che ha avuto Correa ospite nella sua Genova.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=