Nicaragua, Onu minaccia inchiesta. A Festa dei Popoli concittadina contro Ortega

E' di almeno otto morti il bilancio delle ultime vittime nelle proteste antigovernative nello scorso fine settimana a Managua, in Nicaragua. Sale così ad almeno 178 il numero totale delle vittime dall'inizio delle proteste contro il governo del presidente Daniel Ortega, iniziate due mesi fa. La situazione in Nicaragua "può davvero meritare" l'istituzione di un'inchiesta internazionale. Lo ha affermato l'Alto Commissariato ai Diritti umani delle Nazioni Unite, Zeid Raad Al Hussein, che ha esortato le autorità a inviare "senza indugi" un invito al suo ufficio. Il Nicaragua, il Paese più povero dell'America centrale, è sprofondato nel caos dopo la repressione - il 18 aprile - delle manifestazioni contro l'insicurezza sociale. Queste violenze hanno "provocato la morte di almeno 178 persone, quasi interamente per mani delle forze di polizia e dei gruppi armati filo-governativi, grazie anche al sospetto utilizzo di tiratori scelti, con almeno 1500 feriti", ha sottolineato l'Alto commissario, in apertura della 38ma sessione del Consiglio dei Diritti umani. "La gravità della situazione può davvero meritare la creazione di una commissione di inchiesta internazionale".

 

Un messaggio forte "per la democrazia e contro la dittatura" in Nicaragua è stato lanciato ieri sul palco della Festa dei Popoli di Montesilvano (Pescara), da Flor Mendoza, rappresentante della comunità nicaraguense in Abruzzo, che alla fine della "Sfilata dei popoli" (nella foto a destra) sulla riviera della città adriatica ha scoperto dai suoi lunghi capelli la maglietta con su scritto: "Que se rinda tu madre!" (che si arreda tua madre!), indirizzata a Ortega affinché capisca che non sarà certo il popolo ad arrendersi contro quello che viene definito ormai un "regime" (quello sandinista, di estrema sinistra, al potere da 11 anni) che deve finire. Un appello pro democrazia, contro la dittatura è stato lanciato anche alla stessa Festa dalla comunità venezuelana antichavista per la crisi senza precedenti che sta colpendo il Paese sudamericano, pure oggetto delle attenzioni dell'Alto Commissario Onu.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=