Pescara, l'omicida-suicida Fausto Filippone ha vinto al SuperEnalotto

Ha vinto poco, 2,87 euro, ma ha vinto al SuperEnalotto di ieri, 4 giugno. Fausto Filippone - il manager 49enne della Brioni che domenica 20 maggio ha ucciso moglie e figlia e s'è poi suicidato sul viadotto in autostrada a Francavilla al Mare (Chieti) -  aveva comprato il giorno prima, sabato 19 maggio, come tutte le settimane, una quota di una maxi-giocata (nella foto sotto a destra, la schedina di un altro co-giocatore) al SuperEnalotto nel Bar Ambarabà di corso Vittorio Emanuele 95, a Pescara (nella foto d'apertura). La sconvolgente notizia della giocata alla vigilia della strage era stata data dai media nei giorni scorsi e si attendeva stamane di sapere se Filippone avesse vinto o meno da morto.

"E' un titolo al portatore quindi non si sa se e chi la riscuoterà" spiega Marta Borella, titolare del bar-ricevitoria, che si dichiara ancora sconvolta per questa vicenda che l'ha coinvolta in prima persona, anche perché conosceva bene il suo cliente-giocatore. Filippone frequentava il bar di corso Vittorio Emanuele perché nel palazzo di fronte, all'angolo con via Palermo, abitano il padre, da poco vedovo, è la sorella. Anche se la schedina giocata sarà sicuramente già stata sequestra dalla Polizia, se ritrovata nel portafoglio o in casa dell'omicida-suicida.

"Non avendo mai avuto un colloquio clinico con Filippone, non sapendo le sue angosce, fobie, terrori e incubi che ammalavano la sua mente, non siamo in grado di dire se aveva programmato o meno il giorno della sua morte - ci spiega Massimo Di Giannantonio (nella foto qui sotto a sinistra), lo psichiatra del Centro di salute mentale di Chieti che intervenne quella domenica sul viadotto autostradale per cercare di convincere il duplice omicida e non suicidarsi - Filippone ha chiesto il porto d'armi, pur se per uso sportivo. Quindi, due più due fa quattro: ha fatto gesti violenti ma nella sua testa aveva anche l'idea di munirsi di un'arma da fuoco. Mi viene un'associazione: la giocata di una schedina è una sfida alla sorte perché se la vincita fosse stata imponente, milionaria, questo avrebbe potuto consentire un certo tipo di uscita dalla sua situazione angosciosa pur se ipotesi priva di ogni riscontro". 

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=