Venezuela, anche Svizzera impone sanzioni contro 7 leader chavisti

Anche la Svizzera ha imposto sanzioni agli stessi sette alti funzionari del Venezuela colpiti dall'Unione europea, ai quali è stato ormai interdetto l'ingresso e il transito sul territorio helvetico. Lo ha annunciato il Segretariato di stato all'economia (Seco). I loro eventuali conti in Svizzera saranno ugualmente congelati, ha precisato il Seco. L'entrata in vigore di queste misure decise dal Consiglio federale è immediata. La sanzioni svizzere seguono anche quelle varie statunitensi e canadesi. I chavisti colpiti dalle sanzioni di Berna sono (in senso orario nelle foto d'apertura) il numero due del regime, l'attuale vicepresidente del Partito socialista unificato del Venezuela (Psuv) e deputato alla contestata Assemblea costituenteDiosdado Cabelloil presidente del Consiglio nazionale elettorale (Cne) Tibisay Lucenail presidente della Corte Suprema (Tsj), Maikel Moren; il ministro dell'Interno, generale Nestor Reverol; l'ex comandante della Guardia nazionale bolivariana, Antonio Benavides; il capo dell'intelligence Gustavo Gonzalez Lopez; infine, il procuratore generale Tarek William Saab.

e-max.it: your social media marketing partner

 

JT Fixed Display

 

=